Siracusa, atti intimidatori agli esercizi commerciali: i Carabinieri incontrano le associazioni antiraket

L’incontro, alla luce degli ultimi eventi delittuosi avvenuti a Siracusa, per i quali si sta indagando, in stretta sinergia con l’Autorità Giudiziaria, senza escludere nessuna pista, nemmeno quella estorsiva

Jpeg

Nel pomeriggio di oggi, nella sede del Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa, il Comandante Provinciale,Luigi Grasso, unitamente al Tenente Colonnello Giovanni Palatini, Comandante del Reparto Operativo e responsabile delle attività di Polizia Giudiziaria dell’Arma nella Provincia, incontreranno i Coordinatori Regionale, Provinciale e locale della Federazione delle Associazioni Antiracket ed Antiusura Italiana (F.A.I.).

L’incontro, alla luce degli ultimi eventi delittuosi avvenuti a Siracusa, per i quali si sta indagando, in stretta sinergia con l’Autorità Giudiziaria, senza escludere nessuna pista, nemmeno quella estorsiva, servirà per ribadire ulteriormente la comunione di intenti tra l’Arma dei Carabinieri e le associazioni antiracket al fine di porre in essere una strategia d’intervento comune e proporre ulteriori profili di collaborazione con l’Arma.

L’Arma e l’Associazione Antiracket hanno l’obiettivo comune di ridurre al minimo il cosiddetto numero oscuro, ossia il numero di vittime di reato che, per timore di ritorsioni, non sporgono denuncia e preferiscono sottostare ai propri aguzzini; dall’altro, impegnarsi a garantire alle vittime la massima vicinanza nel corso dell’iter processuale, consentendo loro di non sentirsi soli.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi