Siracusa, cade l’intonaco in classe all’Alberghiero: protestano gli studenti, l’8 novembre in piazza

Si sono rifiutati di entrare in classe dopo che ieri, durante le lezioni, pezzi di intonaco si sono staccati dal soffitto finendo sui banchi per fortuna senza conseguenze

Hanno duramente protestato, questa mattina, gli studenti della sede centrale dell’istituto Alberghiero, in via Polibio a Siracusa. Si sono rifiutati di entrare in classe dopo che ieri, durante le lezioni, pezzi di intonaco si sono staccati dal soffitto finendo sui banchi per fortuna senza conseguenze.

Già poco più di un mese fa l’ingresso principale dell’edificio era stato inibito dai Vigili del Fuoco che, a causa di distacchi di calcinacci, avevano delimitato tutta l’area. Da allora l’uscita di sicurezza è stata adattata a ingresso mentre sotto erano state montate tutto intorno alla scuola per interdire il passaggio e la sosta.

“L’ennesimo cedimento dell’intonaco in una delle classi dell’istituto Alberghiero dimostra quanto le nostre scuole siano sicure da morire e che lo siano sotto gli occhi di tutti, compresi quelli della classe politica, ma sulle teste solo di studenti e docenti – dice Arianna Castronovo dell’Unione degli Studenti Siracusa – Basta fare campagna elettorale sulla pelle degli studenti, con gesti spot e di facciata. Servono investimenti reali e concreti sul mondo della scuola e della formazione. Serve una legge regionale sul diritto allo studio che sia realmente rispondente alle necessità degli studenti: la scuola deve tornare al centro dell’agenda politica. Se non ci volete ascoltare, urleremo più forte. L’8 novembre scenderemo in piazza per riprenderci tutto quello che è nostro, per lottare per la nostra sicurezza, per costruire le scuole e le città del futuro”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo