Siracusa, Carabinieri, volontari Fai e scout ripuliscono le spiagge del Castello Maniace e della Plaia

Sono stati raccolti numerosi sacchi di rifiuti che sono stati differenziati per tipologia e riuniti in un’apposita area dove l’Igm, che ha messo a disposizione rastrelli e guanti, nella giornata di domani, ne curerà lo smaltimento

puliziaspiagge_cc La Plaia, all'interno della riserva Ciane Saline

“Nonostante tutto… la natura non si arrende”, così è stata intitolata la giornata ecologica organizzata per oggi dai Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa e della Sezione Tutela Patrimonio Culturale, con la collaborazione della locale delegazione dei FAI, dell’Associazione Nazionale Carabinieri e dei Gruppi Scout SR 9 e SR 10.

L’iniziativa nasce con la consapevolezza di dare un ulteriore impulso alla sensibilità per il rispetto dell’ambiente e dei luoghi caratteristici della città e per promuovere in concreto una cultura di rispetto della natura, e della tutela del patrimonio che è parte fondamentale delle nostre radici e della nostra identità. Mettendo insieme le forze di istituzioni e associazioni, infatti, non si possono che ottenere risultati migliori.

L’evento, che ha visto impegnati oltre 50 partecipanti di tutte le età, dai giovani scout ai carabinieri in congedo, passando per i Carabinieri in servizio e i volontari del Fondo Ambiente Italiano, è stato pensato per ridare decoro a due delle spiagge più caratteristiche della città e care ai vecchi siracusani: quella situata nei pressi del Castello Maniace e l’altra all’interno della “Riserva Naturale Orientata Fiume Ciane – Saline”, la cosiddetta Plaia.

Sono stati raccolti numerosi sacchi di rifiuti che sono stati differenziati per tipologia e riuniti in un’apposita area dove l’Igm, che ha messo a disposizione rastrelli e guanti, nella giornata di domani, ne curerà lo smaltimento.

La tutela del territorio e dell’ambiente è da sempre stata un cardine nell’attività dell’Arma dei Carabinieri che si è concretizzata negli anni con l’operatività dei Nuclei Tutela del Patrimonio Culturale e, sotto il profilo squisitamente ambientale, dei Nuclei Operativi Ecologici. Oggi i Noe presenti su tutti il territorio nazionale, unitamente al Corpo Forestale dello Stato, assorbito dall’Arma dall’inizio del 2017, si trovano alle dipendenze del neo istituito Comando Carabinieri Unità Tutela Forestale e Ambientale e Agroalimentare costituendo, di fatto, la polizia ambientale più grande d’Europa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi