fbpx

Migranti positivi e poliziotti in quarantena: Siulp e sindaco di Noto: “qualcosa non ha funzionato”

Siracusa, caretta caretta con un amo in bocca salvata da alcuni turisti

La tartaruga sarà consegnata lunedì all’Istituto Zooprofilattico di Palermo

Salvano una tartaruga Caretta Caretta durante un giro in barca nelle acque aretusee. E’ ciò che è accaduto ad alcuni giovani questa mattina a circa un miglio da Capo Murro di Porco: Luca Orto, agente di Polizia in servizio al commissariato San Basilio di Roma in vacanza qui, insieme con Alessandro Grazioso e Giuseppe Scifo. I tre si sono imbattuti in una tartaruga che aveva del filo da pesca attorcigliato con una grossa busta di plastica che non le permetteva di nuotare; in più aveva ingerito un grosso amo. Eliminati filo da pesca e busta di plastica hanno portato a bordo la tartaruga e provveduto a mantenerla in vita in attesa dell’arrivo della Guardia Costiera.

La tartaruga sarà consegnata lunedì all’Istituto Zooprofilattico di Palermo per le cure del caso e il successivo rilascio nell’ambiente marino; nel frattempo, viene assistita dai militari della Capitaneria di Porto di Siracusa, in costante contatto con i veterinari dell’Istituto.

Ai cittadini si rinnova l’invito a segnalare eventi particolari ed eventuali comportamenti illeciti alla Guardia Costiera, contattabile tutti i giorni, 24 ore su 24, al numero telefonico della sala operativa 0931.481011.

È possibile visitare la pagina web della Capitaneria di Porto di Siracusa al seguente link:

http://www.guardiacostiera.gov.it/siracusa/stampa


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo