Siracusa, Castagnino: “revocare la delibera sugli aumenti delle tariffe sulla sosta e sui check point dei bus turistici”

Il consigliere comunale Salvo Castagnino ha depositato oggi una mozione chiedendo all'aula di farsi sentire con l'amministrazione comunale così che possa ritirare la proposta di aumenti

Castagnino

Revocare la delibera sugli aumenti delle tariffe sulla sosta e sui check point dei bus turistici. Il consigliere comunale Salvo Castagnino ha depositato oggi una mozione chiedendo all’aula di farsi sentire con l’amministrazione comunale così che possa ritirare la proposta di aumenti.

Per quanto riguarda le strisce blu, infatti, la sosta di un’ora passa da 80 centesimi a un euro, mentre sarà di 20 euro la tariffa mensile e di 180 quella annuale per i residenti e i lavoratori nelle aree di Ortigia, zona Umbertina, Borgata, Tica-Zecchino, Tisia-Pitia, Santa Panagia, viale Tunisi e San Giovanni. Per tutti gli altri invece il costo dell’abbonamento per la sosta su strada sarà di 60 euro al mese e 600 euro l’anno. Sempre di 60 euro il costo per l’abbonamento mensile ai parcheggi Talete e Molo Sant’Antonio per i residenti in Ortigia e nella zona Umbertina, mentre la tariffa cumulativa (strisce blu + parcheggi) sarà di 75 euro al mese e di 750 euro l’anno. Aumenta del 50% anche il costo della sosta nei parcheggi automatizzati del Comune: il Talete e il Molo Sant’Antonio.

Per la sosta di un’ora si pagherà 1,50 euro (oggi il costo è di 1 euro l’ora) e la tariffa giornaliera sarà di 15 euro. Cinquanta euro il costo per la sosta settimanale e 90 euro l’abbonamento mensile. Ma se i residenti piangono, i turisti di sicuro non ridono. Per la sosta giornaliera di un camper al parcheggio di via Von Platen ci vorranno 25 euro e per quella mensile 250. Non certo più economico, viste anche le condizioni della struttura, il rimessaggio, la cui tariffa è di 75 euro al mese mentre per il carico e scarico delle acque e dei reflui nelle aree adibite il costo sarà di 20 euro. Per i bus turistici turistici (sopra i 20 posti) il costo della tariffa unica di checkpoint sarà rispettivamente di 80 euro (valida per le 24 ore successive all’emissione) e di 50 per ogni giorno in più di permanenza in città. Per i minibus (veicoli con almeno 10 posti e massimo 20 incluso il conducente), invece, il checkpoint sarà di 50 euro, cui si aggiungono 2,50 euro per ogni ora di sosta e di 50 euro per le 24 ore.

“Oggi il servizio è oggetto di disservizi costanti – sottolinea Castagnino – l’amministrazione attiva non ha tenuto alcun confronto con il Consiglio comunale, non coinvolgendo neanche le commissioni permanenti di studio coinvolte, al fine di confrontarsi con le problematiche esistenti e proprie del settore interessato e la proposta approvata non esplicita alcuna motivazione reale che giustifichi gli effetti della stessa”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo