Siracusa, colpisce il figlio 13enne con un pugno in un occhio e lo manda in ospedale con un trauma cranico

Su disposizione della Procura è stato disposto l'allontanamento d'urgenza dalla casa familiare per il padre violento

ragazzinopicchiato

Un pugno al figlio di 13 anni, all’altezza dell’occhio e la corsa del 118 con il piccolo a bordo per un trauma cranico. È quanto accaduto stamattina, nell’ennesimo caso di un maltrattamento in famiglia a Siracusa.

Stavolta la vittima è un adolescente che è arrivato al Pronto soccorso dell’ospedale Umberto I accompagnato dagli operatori sanitari e dai Carabinieri per un aggressione da padre 38enne. I medici che lo hanno visitato hanno riscontrato un trauma cranico e un occhio gonfio e si sono fatti raccontare l’accaduto dal ragazzino, ricoverato in osservazione. I militari dell’Arma stanno ancora ricostruendo l’accaduto ma hanno coinvolto la Procura che su disposizione del Pm Marco Dragonetti ha disposto l’allontanamento d’urgenza dalla casa familiare per il padre violento.

Questo è solo l’ultimo di una lunga serie di litigi e violenze nei confronti del figlio e della moglie (che non è la madre del piccolo) che vanno avanti ormai da oltre un anno. Una triste vicenda, di cui non verrà riportato alcun nome per tutelare, così come impone la legge, la vita delle vittime.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo