Siracusa, conclusa la terza edizione di “Prua a Mare”

In onore di Enzo Maiorca e della figlia Rossana, è stata organizzata dal TC Match Ball Siracusa di Paola e Sabrina Cortese e diretta da Maurizio Breschi

foto-gara-a-mare-2019

Si è conclusa, nello splendido specchio d’acqua dell’Area Marina Protetta del Plemmirio, al Lido Varco 23, la terza tappa del Gran Prix  Sicilia Open Water 2019, circuito individuale e per società di nuoto di fondo in acque libere  che si integra in quello nazionale della F.I.N. La manifestazione  denominata “Prua al Mare”,  in onore di Enzo Maiorca e della figlia Rossana, è stata organizzata dal TC Match Ball Siracusa di Paola e Sabrina Cortese e diretta da Maurizio Breschi.

Il lido Varco 23, ubicato in posizione incantevole al Plemmirio sulla costa orientale di Siracusa, ha ospitato, come ormai tradizione, l’intera manifestazione cui hanno preso parte 259 atleti, appartenenti a 26 diverse società sportive, provenienti in gran parte dalla Sicilia ma con buona presenza anche dalla penisola. Nuotatori di tutte le età, appartenenti alle categorie agonisti e master, hanno trascorso insieme una gioiosa giornata di sport confrontandosi nelle fresche e limpide acque del Plemmirio e dando vita a due entusiasmanti gare, una di mezzo fondo al mattino sulla distanza di 5.2 km ed una al pomeriggio sulla distanza di 1 miglio.

La “spiacevole” concomitanza dei Campionati Regionali F.I.N. di categoria “ragazzi” a Catania ha privato almeno 50 piccoli atleti appassionati del nuoto in acque libere della possibilità di partecipare alla manifestazione. Ciò nonostante si sono registrati numeri lusinghieri per il T.C. Match Ball Siracusa, tanto che il giudice arbitro della manifestazione, signora Rita Sorrentino, autorevole ed impeccabile come sempre, ha dovuto sdoppiare la partenza tra master e agonisti nella gara sprint, al fine di salvaguardare i principi di sicurezza che le competizioni in mare esigono.

“Prua al mare” è intitolata ai campioni dello sport e amanti della bellezza naturale Enzo Maiorca e Rossana Maiorca e per il terzo anno si è svolta in un tratto di mare a loro particolarmente caro ed al centro di tante battaglie ambientali dello stesso campione di immersione e della sua famiglia. Il responsabile della manifestazione Maurizio Breschi nel discorso di apertura li ha ricordati con viva emozione, onorato di poter dedicare ancora una giornata di sport agonistico nel mare che fu di due grandi ed indimenticabili campioni nello sport e nella vita. Al termine della presentazione ha chiesto un minuto di raccoglimento per la recente scomparsa del grande campione di nuoto del C.C. Ortigia Vincenzo Finocchiaro, olimpionico a Monaco ’72 ed esempio di volontà e determinazione per tutti i nuotatori dell’epoca. La platea di atleti è rimasta poi in religioso silenzio quando ha preso la parola Patrizia Maiorca che, con la consueta eleganza ed efficacia, piuttosto che esaltare le grandi imprese sportive della famiglia Maiorca, ha voluto ricordare le battaglie sostenute per la difesa dell’ambiente, ha descritto le bellezze dei fondali dell’Area Marina del Plemmirio e dato voce al dolore del mare. Patrizia ha voluto, infine, associare alla sua smisurata passione per il mare – ricordandolo nel minuto di silenzio – il noto archeologo e “sovrintendente del mare” Sebastiano Tusa, portabandiera per la tutela dell’ambiente in Sicilia. tragicamente scomparso in un incidente aereo nel marzo scorso in Etiopia.

Il responsabile della manifestazione Maurizio Breschi si è avvalso della costante ed indispensabile collaborazione della “sua” squadra di nuotatori “Masterball”, una comunità sportiva ed umana nata molti anni fa ed oggi diventata anche una fantastica macchina organizzativa. Durante i lunghi mesi di preparazione all’evento il comitato organizzatore ha curato ogni particolare: Luca Squillaci, Salvo Lonzi, Nuccio Bonaccorso, Pietro Carta, Carmelo Calamia, Luigi Martines, Stefano Paganucci, Alessia Moscuzza, Stefania Corradi, Lucella Di Caro e Seby Campisi. La silenziosa quanto efficace azione promozionale del tecnico Marco Lappostato e del suo staff formato da Oriana Burgio, Salvo Massara e Alessio De Benedictis. La fattiva presenza il giorno della gara dello staff amministrativo del TC Match Ball: Ramona Presti, Giorgio Mangione Carol Martines e Andrea Granata hanno completato l’opera.

Paola e Sabrina Cortese applaudono lo Staff organizzatore della Manifestazione: “Prua Al Mare Terza Edizione per l’ impeccabile cura nei dettagli al solo scopo di offrire a tutti coloro che si iscrivono alla gara di vivere una giornata all’ insegna dello Sport e divertimento in uno dei luoghi più belli del Nostro Mediterraneo, la riserva del Plemmirio. Grazie quindi a Massimo Greco, Salvo Ragusa e Sergio Saturno per l’ottima ospitalità al Varco Ventitré una struttura fantastica. Grande cura è stata dedicata alla sicurezza dai nostri ragazzi. Il mio caloroso ringraziamento per il prezioso apporto alla Polizia di Stato, alla Capitaneria di Porto per l’attenta e competente presenza. Le barche d’appoggio, che hanno garantito costante assistenza a tutti gli atleti durante entrambe le gare, per puro amore dello sport. Un ringraziamento a Gianfranco Mazza (Responsabile scientifico e attività a mare dell’Area Marina protetta del Plemmirio), il sommozzatore Raffaele Gazzè e la famiglia Quercioli per la grande disponibilità. Una menzione particolare per Luca Marotta, responsabile di Nuova Acropoli, presenza imprescindibile per manifestazioni di tal genereAnche in questa occasione i “professionisti” della Cooperativa hanno dovuto spiegare svariati interventi. Grazie agli infaticabili canoisti volontari, ancora una volta messi a disposizione per la buona riuscita della manifestazione dalla S.P. Canottieri Siracusa di Claudia Farina, attraverso il tecnico Maurizio Burgo il quale ha fornito una canoa anche alla “volontaria” Arianna Squillante. Le canoe presenti hanno svolto un utilissimo lavoro in sinergia con gli atleti del Sup coordinati da Gilberto Truglio. Ringraziamenti anche allo staff arbitrale, diretto da Rita Sorrentino, ed il gruppo dei cronometristi ASD Pasquale Pizzi di Messina coordinati da Dario Corrieri, per l’efficienza mostrata e per aver creato un clima di collaborazione durante tutto l’arco della manifestazione. Ringraziamenti doverosi anche agli Sponsor della gara per il loro contributo: Onda Più, Panificio Mela, Ortigia Viaggi, Mokrito, Agenzia Marittima Boccadifuoco, Caffe d’ Ortigia ed Acqua Fontalba. Si ringrazia anche il fotografo ufficiale della manifestazione Maria Genovese. Un ringraziamento particolare va al direttore della manifestazione Maurizio Breschi per la sua grande capacità organizzativa e per essere il collante di tutta questa grande Famiglia del TC Match Ball Siracusa. Grazie alla Famiglia Maiorca per l’affettuosa testimonianza per ciò che ha fatto e fa quotidianamente scrivendo bellissime pagine della Storia del Mare siracusano e mondiale.”

Appuntamento a tutti alla quarta edizione di “Prua al mare” 2020 con l’inscindibile trinomio TC Match Ball, Varco 23 ed Area Marina Protetta, con la speranza di poter offrire un servizio di qualità ancora superiore a tutti i partecipanti. Sotto il profilo agonistico sugli scudi Marco Inglima, punta di diamante della società organizzatrice nel nuoto di fondo in acque libere. Marco è salito sul gradino più alto del podio sia nella classifica assoluta agonisti nella gara di mezzo fondo (5.2 km) con arrivo in solitaria, che nello sprint (1 miglio) dopo un entusiasmante testa a testa con Dario Conti dell’Altair Nuoto.

Veniamo ai podi assoluti agonisti e master:

Gara mezzo fondo 5,2 km

Agonisti maschi: Marco Inglima TC Match Siracusa, Tancredi Cusimano Waterpolo Palermo, Fernando Coppola Athon Augusta;

Agonisti femmine: Gaia Collesano della Nadir Palermo non ha avuto concorrenti proprio a causa dell’infelice, quanto inspiegabile, concomitanza con i Campionati Regionali cat. Ragazzi. Gaia ha dato comunque il massimo, abituata com’è a salire sul gradino più alto del podio sia in vasca che in acque libere.

Master maschile: Tony Trippodo, atleta e Tecnico della Pol. Mimmo Ferrito di Palermo, Franco Pozzi, suo compagno di squadra, Fabrizio Cavataio Olimpia Palermo;

Master femminile: Barbara Casella Poseidon Sporting Club, Annamaria Sapuppo Nuotatori Milanesi, Silvia Gimmanco Pol. Nadir Palermo

Gara sprint 1 miglio

Agonisti maschi: Marco Inglima T.C. Match Ball, Dario Conti Altair Nuoto, Tancredi Cusimano Waterpolo

Agonisti femmine: Gaia Collesano Nadir Palermo, Erika Pappalardo Altair Club , Emanuela Arrigo Pol. Mimmo Ferrito

Master maschi: Franco Pozzi Pol. Mimmo Ferrito, Tony Trippodo Pol. Mimmo Ferrito, Sigismondo Bonomo Olimpia Palermo

Master femmine: Barbara Casella Poseidon S.C., Annamaria Sapuppo Nuotatori Milanesi, Laura Indorato Altair Nuoto

Le ondine e i tritoni del T.C. Match Ball, presenti con 34 atleti allenati dai tecnici Oriana Burgio, Salvo Massara e Alessio De Benedictis, sotto l’egida del responsabile tecnico Marco Lappostato, hanno tutti ben figurato.

Sono saliti sul podio di categoria:

nella gara di 5,2 km l’ inossidabile Nuccio Bonaccorso oro M60; Fabrizio Capodicasa bronzo M55.

Nel miglio: tra gli agonisti oro per MihinduKulasuriya Hasun Sewmina Fernando, argento per le sorelle Greta e Sofia Gallaro; bronzo per Clara Beatrice Stante, Arianna Zappulla e Luca Fiducia.

Trai i Master: argento per Silvia Giordano M45; bronzo per Sonia Lorefice (M35)

Senza medaglia al collo, ma ugualmente felici, hanno gareggiato e ben figurato tutte le ondine ed i tritoni della squadra, esprimendo il massimo in una competizione in acque libere che sta entrando nel Dna di ogni nuotatore del TC Match Ball: Silvia Lo Curzio, Margherita Bruno, Luca Tredici, Salvatore Civello, Alessandro Maraventano, Diletta Incardona, Viviana Girmenia, Cinzia Schepis, Claudio Cuciti, Carmelo Grillo, Fabio Cataudella, Alessandra Visicale, Francesco Angelo Malato, Gianluca Gallaro, Stefano Cavazzuti, Pia Zito, Salvatore Strano, Salvatore Lonzi, Carmelo Calamia, Sebastiano Campisi, Maurizio Reale, e Luigi Martines. Sfortunata prova per Caterina Sanzaro che ha avvertito un malore poco prima di imboccare l’imbuto d’arrivo costrigendola al ritiro. Tutto bene alla fine per la piccola Caterina.

Al termine della manifestazione gli atleti del circuito si sono dati appuntamento per le prossime due tappe che si svolgeranno sempre a Siracusa, nel mare di Ortigia, il 20 ed il 21 luglio. Appuntamento da non mancare, organizzato e diretto da Paolo Zanoccoli, creatore e responsabile del Grand Prix Sicilia Open Water giunto alla sua quarta edizione.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo