Siracusa: Controlli Anti-Droga, Trovati 3 Kg. di Hashish in un Garage di P.zza Adda. Un Arresto

Controlli serrati sul territorio, finalizzati ad arginare il fenomeno dello spaccio degli stupefacenti, sono stati effettuati nella giornata di ieri da parte dei Carabinieri della Compagnia di Siracusa. Sin dalle prime luci dell’alba, oltre 30 uomini della Benemerita hanno posto al setaccio alcune abitazioni del capoluogo aretuseo e controllato diverse aree della città.

È proprio durante uno dei controlli su strada che i militari del Nucleo Operativo hanno notato, nei pressi di via Italia 103, un’autovettura sospetta. L’uomo all’interno stava dialogando con un altro, che i militari hanno riconosciuto come un noto assuntore di sostanze stupefacenti. Così i Carabinieri hanno deciso di procedere al controllo.

L’uomo a bordo, un giovane siracusano di 25 anni, è stato sottoposto a perquisizione, rinvenendo una dose di hashish, un coltello e denaro in contanti. I militari hanno quindi esteso la perquisizione anche all’abitazione del ragazzo, dove hanno rinvenuto un ulteriore pezzo di hashish ed altro denaro, per un ammontare di circa 1000 euro, soprattutto in banconote di piccolo taglio. Giunti quasi al termine della perquisizione, i militari hanno deciso di verificare anche un garage nella disponibilità dell’uomo, nei pressi di piazza Adda, lontano quindi dalla sua abitazione, a cui sono giunti dopo aver trovato delle chiavi all’interno dell’appartamento che non aprivano nessuna delle porte della casa.

Dentro al garage il ritrovamento più consistente: ben 3 kg di hashish, suddiviso in panetti, ben confezionati ed occultati all’interno di una busta di plastica sotto un lavabo. Lo stupefacente, al mercato, avrebbe potuto fruttare circa 15.000 euro.

Sono scattate quindi le manette ai polsi di Di Mari Piero (in foto), che dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Condotto dapprima presso la caserma di viale Tica, i militari, agli ordini del Tenente Mazzilli, lo hanno successivamente tradotto al carcere di Cavadonna.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo