Siracusa, “In Europa…con merito”: stage retribuito al Parlamento europeo per giovani neolaureati

Potranno partecipare i candidati in possesso di un diploma di laurea triennale o magistrale (specialistica o a ciclo unico) in classi di laurea in discipline di scienze politiche e sociali, economiche, giuridiche, o di scienze della comunicazione

ineuropa_conmerito

Si è tenuta stamattina, al Grand Hotel Ortigia, la conferenza stampa di presentazione di “In Europa…con merito”, tirocinio al parlamento europeo della durata di due mesi. Due stage sono riservati a chi è in possesso di una laurea triennale e 4 a chi è in possesso di una laurea specialistica o a ciclo unico.

Potranno partecipare i candidati in possesso dei seguenti requisiti: un diploma di laurea triennale o magistrale (specialistica o a ciclo unico) in classi di laurea in discipline di scienze politiche e sociali, economiche, giuridiche, o di scienze della comunicazione; luogo di nascita o di residenza in Sardegna o in Sicilia; età non superiore a 30 anni per chi è in possesso di laurea magistrale; età non superiore a 25 anni per chi è in possesso di laurea triennale; voto di laurea non inferiore a 100/110. Maggiori dettagli sull’iniziativa sono stati illustrati durante la conferenza stampa da Edy Bandiera, Gaetano Penna, Matteo Melfi e Rosalba Cicero e Salvo Pogliese che ha concluso i lavori.

Un’iniziativa utile ed importante ha dichiarato Edy Bandiera, che avvicina in maniera proficua i nostri giovani alle istituzioni europee, fornendo loro, una opportunità che è formativa, ma anche lavorativa, in quanto remunerata. Invece Gaetano Penna, ha sottolineato tre profili sull’iniziativa promossa: “in primis, si è voluto stigmatizzare il merito dell’idea (stage), poiché rappresenti per i giovani, un ulteriore tassello formativo, al suo percorso lavorativo; in secundis, concerne l’aspetto procedurale cioè, la trasparenza della selezione che avverrà secondo procedure meritocratiche ed infine, l’aspetto politico che come questa iniziativa, che sosteniamo fortemente e che abbiamo voluto presentare anche a Siracusa, è un esempio di buona Politica, in controtendenza con quanto di norma siamo abituati ad assistere“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi