Siracusa, furti ai tabaccai con il taglio della saracinesca: due arresti da parte dei Carabinieri

Ieri un tabaccaio aveva denunciato un tentativo di furto e proprio questa notte, i due avevano deciso di tornare sul luogo del tentato furto per completare l’attività delittuosa lasciata a metà il giorno prima

tabacchi_hatim_schifitto

Nel corso della nottata di oggi i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Siracusa, nell’ambito di un apposito servizio mirato alla prevenzione e contrasto dei furti ai danni delle attività commerciali, hanno tratto in arresto in flagranza di reato Mehdi Hatim, classe 1993, disoccupato di origini marocchine con precedenti di polizia specifici e Stefano Schifitto, classe 1985, disoccupato siracusano e pregiudicato.

Da tempo infatti, si registravano nel siracusano episodi di furti a danno di esercizi commerciali eseguiti con la stessa tecnica, ossia il taglio orizzontale della saracinesca e l’apertura della stessa bypassando i sistemi antifurto di ritenzione e blocco. Nella mattinata di ieri inoltre, un tabaccaio di via Brenta aveva segnalato alla centrale operativa dei Carabinieri di Siracusa un tentato furto avvenuto con le stesse modalità, tuttavia i malfattori non riuscendo a completare il taglio o forse interrotti per la presenza di qualcuno, avevano deciso di lasciar perdere.

Ebbene proprio questa notte, i due avevano deciso di tornare sul luogo del tentato furto per completare l’attività delittuosa lasciata a metà il giorno prima, tuttavia sul posto erano presenti i militari dell’Arma che grazie ad uno specifico servizio di osservazione hanno colto sul fatto i malfattori sorprendendo in particolare il Hatim all’interno della Tabaccheria con una grossa busta contenente numerosissimi biglietti gratta e vinci di diverso valore unitario e complessivo di 850 euro, 1 cacciavite di 30 cm di lunghezza, 3 banconote da 20 euro, ed il Schifitto al di fuori di essa intento a fare il palo imbracciando un grosso piede di porco.

Dichiarati in stato di arresto in flagranza di reato per furto aggravato in concorso, i due soggetti sono stati condotti presso i locali della Compagnia Carabinieri per le incombenze di rito ed infine sottoposti al regime degli arresti domiciliari così come disposto dall’Autorità Giudiziaria di Siracusa. Ulteriori indagini sono in corso, nella considerazione che in passato sono stati rinvenuti diversi biglietti gratta e vinci in occasione dei servizi antidegrado effettuati nei luoghi frequentati dai senza tetto.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi