Siracusa, futuro nebuloso per Renzi e per il Partito democratico. Il sindaco Giancarlo Garozzo: “saremo forza di opposizione”

Pur riconoscendo le difficoltà che sta attraversando il centro sinistra e il Partito democratico, Garozzo non intende lasciare al suo destino il suo segretario nazionale limitandosi a riconoscere la vittoria di Lega e Movimento 5 Stelle

renzi-garozzo

Renziano della prima ora, non si tira indietro Giancarlo Garozzo. Il sindaco di Siracusa ammette la sconfitta del partito e del suo leader Matteo Renzi a cui però non volta le spalle. Pur riconoscendo le difficoltà che sta attraversando il centro sinistra e il Partito democratico, Garozzo non intende lasciare al suo destino il suo segretario nazionale limitandosi a riconoscere la vittoria di Lega e Movimento 5 Stelle.

Il Pd – sostiene il primo cittadino – dovrà essere forza di opposizione e lasciare il governo dell’Italia ad altri, e cominciare così a ricostruire dalle fondamenta il partito e il centro sinistra. Quale, partito, si saprà solo dopo le decisioni del segretario Renzi. Quale, futuro, pure. Sia dal punto di vista nazionale sia da quello locale. Perché il candidato a sindaco potrebbe essere lo stesso Garozzo o qualcun’altro, ma oggi sono tanti, troppi gli interrogativi. E bisognerà attendere.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo