Siracusa, gara deserta per la gestione del teatro comunale di Ortigia, tre offerte per l’Artemision

Nonostante le proroghe dei termini accordati ad agosto, il teatro comunale non sembra essere appetibile alle condizioni poste dall'amministrazione mentre per l'Artemision adesso si attende la verifica delle offerte

teatro-comunale-2

Gara deserta per la gestione del teatro comunale di Ortigia, tre offerte per l’Artemision. Per quest’ultimo sito, in piazza Minerva, comincia adesso la valutazione delle proposte presentate per individuare chi gestirà per il prossimo biennio il tempio dedicato alla dea Artemide, il secondo più antico di Siracusa. Si partiva da un’offerta base fissata in 15 mila euro l’anno e il bando riguarda anche l’utilizzo della giardino, dove si potranno organizzare eventi, e la stanza adibita a biglietteria dove il gestore potrà ospitare bookshop e vendere il merchandising.

Nessuna offerta invece per il teatro comunale di Ortigia, nonostante la proroga dei termini accordata ad agosto. La base di gara era di 80 mila euro l’anno per tre anni con l’affidamento in concessione dei servizi tecnici generali, della gestione, fruizione, valorizzazione e visite del teatro a una cifra complessiva, quindi, di 240 mila euro. Tra le condizioni da rispettare, la nomina di un direttore artistico di prestigio da concordare con l’Amministrazione e le utenze a carico del concessionario. La politica culturale sarebbe rimasta di stretta pertinenza dell’amministrazione con il gestore privato che avrebbe però avuto piena autonomia per convegnistica e gestione del bar, merchandising e bookshop. Nel caso di eventi organizzati direttamente del Comune, il 15% dell’incasso sarebbe stato di pertinenza del gestore per l’attività di biglietteria. Evidentemente, però, il teatro non è appetibile a queste condizioni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo