Siracusa, giudizi tributari: dall’1 luglio si cambia ed entra in vigore il processo telematico

Di queste e delle nuove problematiche sia giuridiche che tecnologiche imposte dal nuovo sistema telematico si parlerà in un workshop organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Siracusa

conigliaro-commercialisti-siracusa

Dopo oltre due anni di sperimentazione facoltativa, il prossimo 1° luglio il processo tributario abbandona la carta per fare spazio all’innovazione tecnologica. Si tratta di un cambiamento significativo che imporrà notifiche soltanto a mezzo posta elettronica certificata, depositi presso le commissioni tributarie attraverso il portale del Sistema Informatico della Giustizia Tributaria (Sigit), consultazione on line dei fascicoli e – in prospettiva – la possibilità di udienze in videoconferenza.

Di queste e delle nuove problematiche sia giuridiche che tecnologiche imposte dal nuovo sistema telematico si parlerà in un workshop organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Siracusa, che si terrà nel salone Gaspare Conigliaro dell’Ordine aretuseo, il prossimo 1 luglio dalle 16 alle 19.

Prenderanno parte all’evento il Presidente della Commissione Tributaria Provinciale di Siracusa Vincenzo Saito, il direttore della stessa Commissione Valentina Valente, il capo area controlli dell’Agenzia delle Entrate di Siracusa Valeria Firrarello oltre al Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Siracusa Massimo Conigliaro.

“Salutiamo con favore l’entrata in vigore del processo tributario telematico – afferma il presidente Massimo Conigliaro – che consentirà a regime un’ottimizzazione dei costi ed una più efficiente gestione del rito tributario, con risparmio di tempo anche per i professionisti che potranno procedere agli adempimenti di rito direttamente dal proprio computer. Confidiamo nel fatto che le naturali difficoltà iniziali vengano velocemente superate e che il sistema tecnologico supporti senza problemi la grande mole di documenti che riceverà. Noi in ogni caso siamo pronti alla nuova sfida e l’evento di oggi serve a dirimere eventuali dubbi applicativi”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo