Siracusa, gli notificano lo sfratto e tenta di darsi fuoco. Salvato dalla Polizia

Secondo quanto accertato, prima di aprire la porta agli agenti, l'uomo aveva fatto nascondere in una camera da letto la compagna e il figlio

whatsapp-image-2019-01-10-at-4-36-42-pm

Ha minacciato di darsi fuoco davanti agli agenti di Polizia e all’ufficiale giudiziario un 58enne che, questa mattina, ha ricevuto l’ordinanza di sfratto.

L’uomo da quell’appartamento al viale Teracati proprio non voleva andare via così, quando dopo anni di tentativi da parte dei proprietari di tornare in possesso del proprio immobile, alla sua porta ha bussato l’ufficiale giudiziario incaricato dal Tribunale che gli notificava l’ordinanza del giudice di liberare l’appartamento, l’uomo si è cosparso di liquido infiammabile, probabilmente benzina, e con un accendino in mano ha avvisato che si sarebbe dato fuoco.

Solo la prontezza dei due poliziotti, i quali a loro volta erano stati raggiunti da alcune gocce di liquido, ha impedito il peggio. Gli agenti, infatti, si sono lanciati sull’uomo evitando che potesse compiere l’insano gesto.

Una volta sedati gli animi, l’uomo è stato accompagnato al Pronto soccorso dell’ospedale Umberto I per essere sottoposto ad alcuni accertamenti e, nel frattempo, gli agenti hanno sequestrato una bottiglia da 1,5 litri con il liquido infiammabile usato dall’uomo. Secondo quanto accertato, prima di aprire la porta agli agenti, aveva fatto nascondere in una camera da letto la compagna e il figlio.

Nella circostanza, venivano rinvenute e sequestrate un paio di forbici, un revolver a salve privo di tappo rosso modello “Bruni New 380L” e 79 cartucce calibro 380. T.S. è stato trasportato al locale ospedale per le cure del caso e, successivamente, denunciato per minacce e tentate lesioni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo