Siracusa, ieri l’ultimo saluto a Marcolino tra cori, lacrime allo stadio e scorta al carro funebre

Ai funerali del 26enne, morto a seguito di un incidente stradale nella notte tra sabato e domenica scorsa in via San Sebastiano a Siracusa, c'era tutto un quartiere. E non solo

funerale-marcolino

Ai funerali di ieri di Marcolino D’Angeli, il 26enne morto a seguito di un incidente stradale nella notte tra sabato e domenica scorsa in via San Sebastiano a Siracusa, c’era tutto un quartiere. E non solo.

Tante le persone che hanno voluto essere presenti per dare l’ultimo saluto a Marcolino sia in chiesa (la basilica di Santa Lucia al Sepolcro) sia dopo le esequie, quando fuori è stato salutato da cori, fumogeni e lancio di colombe, quindi il passaggio allo stadio (era un grande tifoso del Siracusa calcio) con dedica musicale, applausi e gigantografia in curva Anna, con gli striscioni “finché il sole sorgerà il tuo sorriso non morrà” e “il tuo modo di essere ci mancherà” per ricordarlo, mentre la famiglia lo piangeva sulla bara posizionata all’interno dell’area di rigore. Infine l’accompagnamento dell’ultimo viaggio, con il carro funebre “scortato” dai motorini.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo