Siracusa, igiene urbana: quattro aziende rispondono “presente” alla mini gara

Nel frattempo, domani scadrà l'ultima proroga a Igm e – considerati i mesi estivi – il sindaco Francesco Italia firmerà una nuova ordinanza contingibile e urgente probabilmente fino a metà settembre

Noto, Alla Ciclat Ambiente di Ravenna la gara d'appalto per la gestione dei rifiuti

Sono quattro le aziende che hanno risposto all’indagine di mercato predisposta dal Comune di Siracusa per la gestione del servizio di igiene urbana in città.

Il dirigente del settore Ambiente del Comune di Siracusa, Gaetano Brex, aveva ritirato il precedente avviso per alcune criticità riscontrate e ripubblicato la manifestazione di interesse a partecipare alla procedura negoziata rivolta ad aziende cui affidare per 180 giorni il servizio di spazzamento, raccolta e trasporto allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani differenziati e indifferenziati.

La nuova scadenza era stata fissata al 9 luglio, ieri, quando in 4 hanno manifestato l’interesse a partecipare alla mini gara di sei mesi. A questo punto, predisposto il capitolato (modificato sulla base del precedente), l’amministrazione procederà alla lettera di invito ufficiale per le imprese partecipanti che dovranno presentare la propria offerta. La mini gara sarà aggiudicata con il criterio del minor prezzo e tenendo presente la clausola sociale per tutelare il personale dipendente dell’attuale gestore.

Il valore stimato dell’appalto è complessivamente di 8,5 milioni di euro Iva esclusa, ma dal corrispettivo mensile saranno detratti 25 mila euro oltre Iva che il Comune riconoscerà al gestore uscente per l’investimento sostenuto nella fase di start up.

Nel frattempo, domani scadrà l’ultima proroga a Igm e – considerati i mesi estivi – il sindaco Francesco Italia firmerà una nuova ordinanza contingibile e urgente probabilmente fino a metà settembre.

Dopo che il Cga aveva escluso tutte e tre le aziende partecipanti alla precedente gara (prima Tekra e Ambiente 2.0 in Ati con Tech servizi, per ultima anche Igm), l’amministrazione comunale aveva prorogato l’attuale gestione fino all’11 luglio dando mandato al dirigente del Settore Ambiente di avviare l’iter per affidare il nuovo appalto del servizio di igiene urbana con procedura aperta a cura dell’Urega (è ancora in corso lo studio del nuovo capitolato) e di avviare nel frattempo l’iter di una procedura negoziata per l’aggiudicazione del servizio.

La prima parte del primo step è fatta. La storia (infinita) dell’appalto per la gestione dei rifiuti, continua…


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo