Siracusa, la Polizia di Stato presenta la nuova applicazione Youpol e in anteprima il cortometraggio “Luce”

Da oggi sarà attiva, anche a Siracusa, YouPol, la nuova App della Polizia di Stato, scaricabile direttamente sullo smartphone da Apple Store e Play Store, che consente di inviare segnalazioni alla sala operativa della Questura, anche in via anonima, se si è testimone o si è venuto a conoscenza di episodi di bullismo o traffico di stupefacenti

app1

Questa mattina, nella biblioteca del Liceo Scientifico Corbino di Siracusa, si è tenuta una conferenza stampa di presentazione dell’applicazione della Polizia di Stato YouPol. Nell’occasione è stato presentato in anteprima il cortometraggio “Luce”, prodotto dal Commissariato di P.S. di Noto, che ha lo scopo di sensibilizzare i giovani sul fenomeno del bullismo.

All’incontro, oltre al personale dell’Ufficio per la Comunicazione della Questura di Siracusa, hanno partecipato il Capo di Gabinetto della Questura di Siracusa, Gaspare Calafiore, il dirigente delle Volanti, Francesco Bandiera, il dirigente del commissariato di Noto, Paolo Arena, il dirigente scolastico del Liceo scientifico Corbino, Carmela Fronte, il Consiglio d’istituto e una folta rappresentanza degli studenti.

Pertanto da oggi sarà attiva, anche a Siracusa, YouPol, la nuova App della Polizia di Stato, scaricabile direttamente sullo smartphone da Apple Store e Play Store, che consente di inviare segnalazioni alla sala operativa della Questura, anche in via anonima, se si è testimone o si è venuto a conoscenza di episodi di bullismo o traffico di stupefacenti.

YouPol nasce per consentire ad ogni cittadino, giovane e meno giovane, di concorrere al miglioramento della vivibilità del territorio e della qualità della vita, perchè abbiamo bisogno di cittadini sempre più consapevoli e che si facciano partecipi del sistema sicurezza.

La Polizia di Stato, da sempre impegnata nella formazione civica dei ragazzi, con YouPol desidera coinvolgere gli adolescenti e responsabilizzarli sul rifiuto del consumo della droga e di ogni forma di violenza, realtà che troppo spesso restano sommerse e che sono fonte di emarginazione e grande sofferenza. L’utente avrà anche la possibilità di effettuare una chiamata di emergenza, utilizzando un pulsante ben visibile di colore rosso, alla sala operativa della provincia nella quale si trova.

Dati alla mano, dall’avvio del progetto ad oggi, i download effettuati sono stati più di 118.000, le segnalazioni per casi di bullismo 1152, quelle per uso di sostanze stupefacenti 2132, per un totale di circa 3283 segnalazioni giunte in Questura solo attraverso l’uso di YouPol.

Infine nell’ambito del progetto di educazione alla legalità portato avanti dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Noto, il dirigente, Paolo Arena, unitamente al personale di Polizia e agli studenti del I° Istituto di Istruzione Superiore Matteo Raeli, ha proposto e realizzato un cortometraggio sul fenomeno del bullismo. Il cortometraggio racconta la storia di un ragazzo e di una ragazza, giovani studenti che frequentano la stessa classe di un Istituto Superiore. Tra loro nasce una simpatia ostacolata da un gruppo di bulli che espone al pubblico ludibrio la loro storia d’amore.

L’inaspettato attacco alla delicatezza e alla bellezza del legame sentimentale che stava nascendo, ha creato nella coppia uno stato di profonda frustrazione. Ma l’intervento di un Funzionario di Polizia che parla di bullismo e delle devastanti conseguenze, restituisce nuova speranza. Grazie alle parole del poliziotto la ragazza comprende, in un momento di smarrimento e disperazione, che avrebbe potuto portarla ad un gesto estremo, quale sia la scelta più giusta da prendere. Il cortometraggio ha come titolo “Luce” e il motivo è facilmente intuibile e viene svelato al termine del cortometraggio: “Esiste un momento nella vita di tutti noi in cui uno spiraglio di luce entra e cambia il modo di affrontare le cose, cambiando la prospettiva.

Il cortometraggio, che ambisce ad essere uno strumento di sensibilizzazione su di una problematica sempre più seria e preoccupante, verrà proiettato per la prima volta a Noto in occasione dell’infiorata 2018 nei giorni 19 e 20 maggio prossimi


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo