Siracusa, lavoratori in nero in un pub di Ortigia: attività sospesa e sanzioni per 15 mila euro. Accertate violazioni in materia di igiene alimentare

Tolleranza zero - le parole del direttore Trebastoni - Ogni attività dovrà attenersi all’ossequio delle norme in materia di lavoro e al rispetto dei canoni di pulizia e igiene alimentare, perché nessuna deroga sarà consentita, così come non sarà permessa ogni forma di sfruttamento del lavoro né di frode alimentare

ispettoredellavoro

Iniziati i controlli a Ortigia da parte dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro insieme al servizio Sian dell’Azienda Sanitaria Provinciale, diretto da Lia Contrino. Venerdì scorso, un pub è stato oggetto di accertamento per lavoro sommerso dai Carabinieri del Nil con a capo il luogotenente Cosimo Magrì. Contestati quattro lavoratori in nero, sospesa l’attività ed elevate sanzioni per quindici mila euro circa, mentre l’Asp, con la pattuglia guidata da Giancarlo Chiara, ha accertato la violazione in materia di igiene alimentare.

Le verifiche serali continueranno a tappeto durante i prossimi fine settimana e quest’Estate verranno controllati particolarmente gli stabilimenti balneari e i luoghi di ritrovo e svago della provincia. Le attività di ristorazione dei comuni più importanti del territorio della provincia aretusea verranno passate al setaccio da parte dei due enti che, oramai, da quasi due anni, da quando il nuovo direttore Michelangelo Trebastoni è a capo dell’Itl di Siracusa, lavorano a stretto contatto, esperendo i dovuti controlli, ognuno per le proprie competenze.

Tolleranza zero – le parole del direttore Trebastoni – Ogni attività dovrà attenersi all’ossequio delle norme in materia di lavoro e al rispetto dei canoni di pulizia e igiene alimentare, perché nessuna deroga sarà consentita, così come non sarà permessa ogni forma di sfruttamento del lavoro né di frode alimentare. Saremo vigili e presenti. Ciascun intervento sarà preceduto da attività investigativa per la verifica della posizione, al fine di evitare sovrapposizioni di interventi e controlli inutili in aziende sane”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo