Siracusa, le proposte di Carlo Gradenigo per modificare la viabilità da e per Ortigia

Modifiche alla viabilità su via Malta, modifiche ai percorsi dei bus navetta con l'isitituzione di nuove fermate e corsia preferenziale

Siracusa, Nuova Ztl: "istituire la corsia preferenziale per i bus navetta su corso Umberto"

L’estate è ormai arrivata e uno dei principali nodi da sciogliere in tema mobilità riguarda l’accessibilità all’Isola di Ortigia. Sulla vicenda è intervenuto il neo consigliere comunale, Carlo Gradenigo, che ha lanciato una proposta per cercare di risolvere l’annoso problema.

L’idea è quella di istituire su via Malta una corsia riservata per Bus/Bici/Residenti. La suddetta via preferenziale riguarderebbe la corsia di destra e sarebbe inizialmente operativa solo in concomitanza con l’attivazione della Ztl. Fondamentale la presenza dei pannelli indicatori del numero dei posti disponibili (Talete, Molo San Antonio) recentemente installati dall’amministrazione su piazzale Marconi. Questo comporterebbe il cambio del percorso navetta da via Tripoli a Via Malta con successiva deviazione su Via Nino Bixio (istituzione fermata e relativo collegamento Urban Center) per raggiungere la fermata capolinea San Antonio e la modifica di accessibilità del parcheggio Molo San Antonio con accesso a senso unico da via Bengasi e uscita obbligata da Via Del Porto Grande, oltre all’istituzione di due nuove fermate: una in Piazzale Marconi/Ginnasio Romano, l’altra in via Nino Bixio all’altezza dell’Urban Center.

Un’ipotesi che a detta del Consigliere comunale porterebbe vantaggi alla viabilità sul “riequilibrio dei flussi e del numero di corsie in ingresso e uscita dal centro storico“. Altro vantaggio per Gradenigo riguarderebbe i mezzi pubblici con il “miglioramento dell’efficienza del servizio bus navetta utilizzando le due corsie preferenziali su corso Umberto (uscita) e via Malta (ingresso). Navette che nei giorni di ZTL dovranno essere aumentate a n°3 unità, dislocate lungo il percorso (Circolare esterna Ortigia/Piazzale Marconi). In tal modo si otterrebbe un passaggio navetta ogni 7 minuti rendendo utile e conveniente l’uso del servizio bus”.

Per i mezzi di soccorso e le forze dell’ordine vi sarebbero due corsie riservate, una in ingresso e una in uscita che dovrebbero rendere più facili e rapidi gli interventi in casi di emergenza. Mentre per i residenti vi sarebbe la possibilità di accedere facilmente al centro storico e raggiungere le proprie abitazioni anche nei giorni di maggior afflusso. “I visitatori dotati di automobile – ancora Gradenigo – potranno usare la corsia riservata per recarsi in hotel, posare i bagagli e tornare fuori per parcheggiare l’auto (come avviene oggi con la Ztl). Gli stessi potranno inoltre utilizzare il servizio navetta per rientrare. I non residenti, invece, potranno evitare inutili incolonnamenti su via malta e scegliere prima a quale parcheggio dirigersi. Così alla vista dei posti disponibili in prossimità dei pannelli indicatori di Piazzale Marconi potranno scegliere Parcheggio Molo San Antonio a mezzo via Tripoli; Parcheggio Talete a mezzo corsia libera via Malta; Inversione su Piazzale Marconi per ricerca parcheggio e utilizzo servizio navetta. Quanto sopra descritto, unito all’attivazione del servizio spola barcaioli dallo sbarcadero a piazza delle poste, rappresenterebbero una soluzione immediata all’annoso problema dell’accessibilità al nostro meraviglioso centro storico. Lancio questa proposta, sperando che l’amministrazione trovi il tempo e le risorse per attuare nel breve termine una revisione della viabilità, nell’interesse di tutti.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo