Siracusa, l’ex presidente del Consiglio comunale, Antonio Sullo, prosciolto “perché i fatti non sussistono”

A lui la Procura contestava di aver negato in Questura di aver preannunciato all'allora consigliere Simona Princiotta di un presunto complotto ordito alle sue spalle da parte di alcuni consiglieri comunali

L’ex presidente del Consiglio comunale di Siracusa, Antonio Sullo, è stato prosciolto “perché i fatti non sussistono” dall’accusa di favoreggiamento personale. A lui la Procura contestava di aver negato in Questura di aver preannunciato all’allora consigliere Simona Princiotta di un presunto complotto ordito alle sue spalle da parte di alcuni consiglieri comunali. Quest’ultima lo aveva registrato inconsapevolmente a casa sua sostenendo di essere stata “avvisata” dal collega e, da lì, dalla posizione di “persona informata”, per Sullo iniziò l’incubo da indagato.

A distanza di due anni, nonostante il Pm Andrea Palmieri abbia chiesto il rinvio a giudizio, il Gup Carla Frau all’esito della Camera di Consiglio del 25 settembre scorso ha deciso di prosciogliere Sullo (e anche il giornalista Pino Guastella dal reato di diffamazione a mezzo stampa nei confronti di Princiotta). La Procura ha tempo fino al 10 ottobre nel caso in cui volesse proporre ricorso in Cassazione. Sullo, il 20 ottobre 2015, decise di rassegnare le dimissioni dalla più alta carica d’aula a seguito delle indagini e del fatto che una parte di intercettazione ambientale registrata venne resa pubblico dalla stessa, estrapolate da una più ampia discussione.

Un incubo diventato poi mediaticamente insopportabile quando l’attuale europarlamentare a 5 Stelle Dino Giarrusso, allora inviato de Le Iene, lo intervistò mandando in onda il servizio su Italia 1 in prima serata. “Ho capito chi sono i veri amici e devo ringraziare i miei nemici, che me lo hanno fatto capire veramente – le parole di Sullo – In politica sono tutti amici, poi al momento in cui ti succede qualcosa non c’è più nessuno. Quindi non posso che dire grazie, oltre che alla mia famiglia, anche all’ex sindaco Garozzo, all’ex consigliere Moscuzza e al segretario generale del Comune Danila Costa. Gli altri sono scomparsi”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo