Siracusa, l’inferno di fumo e fuoco sulla ex SS114: mamma e figlia soccorse da due poliziotti

Una quarantenne di Siracusa, assieme alla figlia autistica di 10 anni, stava viaggiando in direzione di Melilli. Ed è stata soccorsa e aiutata da due poliziotti del commissariato di Augusta

incendio-autostrada

Ha vissuto attimi di vero terrore, circondata dal denso fumo che ha invaso la strade, nell’inferno di fuoco che si è scatenato mercoledì pomeriggio sulla ex 114, tra Priolo e Melilli, a seguito dei numerosi incendi appiccati nella zona, una quarantenne di Siracusa che, insieme alla figlia autistica di 10 anni, da Siracusa stava viaggiando in direzione di Melilli. Ed è stata soccorsa e aiutata da due poliziotti del commissariato di Augusta.

Due “angeli” come li ha definiti la quarantenne che, scampata al pericolo, ha voluto scrivere una lettera alla questura di Siracusa per ringraziare dell’aiuto ricevuto e per segnalare, soprattutto, la grande umanità dei due agenti. Quando  sono arrivati mercoledì pomeriggio, intorno alle 17, dopo una richiesta di aiuto arrivata al centralino, hanno trovato una Fiat Punto all’altezza di “Città della notte”, al bivio per Villasmundo, dove la donna si era fermata perché non sapeva più cosa fare. Era in preda al panico, la macchina senza aria condizionata e con dentro una temperatura di gran lunga superiore ai 40 gradi, ma soprattutto c’era la figlioletta in forte stato di agitazione, in preda ad una crisi respiratoria da attacco di panico.

Così, dopo aver fatto entrare la donna e la bambina dentro la loro auto per farle riprendere, uno dei due agenti si è messo alla guida dell’utilitaria conducendola lungo l’autostrada in direzione di Siracusa, sfidando le fiamme che lambivano la carreggiata, mentre il fumo non accennava minimamente a diminuire e le file di auto erano lunghissime. L’automobile era preceduta dall’auto della polizia a sirene spiegate, a bordo della quale invece erano rimaste la donna e la bambina che, nel frattempo, si stava riprendendo. Le due vetture sono riuscite ad arrivare fino ad una stazione di servizio dopo l’ uscita nord di Siracusa dove la quarantenne ha ripreso la sua auto per fare ritorno a casa, scortata per un tratto dai due poliziotti che, con il loro tempestivo intervento, hanno evitato il peggio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo