Siracusa, Maura Fontana sulla polemica contro al sua nomina: “gli attacchi personali non mi fermeranno”

maura-fontana

L'assessore ha invitato le rappresentanze delle realtà attive sul territorio "per un primo, e spero proficuo, confronto sulle tematiche che interessano le mie rubriche"

“Ho sempre pensato alla macchina della pubblica amministrazione come la madre di tutti i cittadini, amorevole, presente e talvolta incline all’errore per la troppa voglia di accontentare i propri figli; e all’opposizione come a un padre amorevole, presente, altrettanto innamorato dei propri figli, ma con il gravoso compito di dover dire no, se occorre“. Così il neo assessore all’Urbanistica, Centro Storico, Mobilità e Trasporti, Risorse Mare si inserisce nella polemica sulla sua nomina e annunciando il primo incontro istituzionale dal momento della nomina.

A nessun figlio piace vedere i genitori litigare, meno che mai con toni offensivi; e anche un padre e una madre, all’occorrenza, devono fare squadra per il bene della propria famiglia. Guardare continuamente indietro è un non senso se si vuole programmare il futuro di una città e non ho dubbi che, indipendentemente dagli schieramenti, l’amore per questa città accomuni tutti – riprende l’assessore Fontana -. Per quanto mi riguarda chiarisco subito che non saranno gli attacchi personali, alla mia professione o alla mia attività imprenditoriale, che mi impediranno di lavorare con serenità e apertura nei confronti di tutti coloro che vorranno apportare un contributo costruttivo e intavolare un confronto propositivo. In particolare, da una prima ricognizione, ritengo importantissimo alleggerire la città dall’oppressione del traffico veicolare creando ampie zone di parcheggi scambiatori e favorendo l’utilizzo di mezzi pubblici e la mobilità sostenibile in generale: per questo motivo ho già aperto alcune interlocuzioni per verificare la fattibilità di progetti di parcheggi su alcune aree urbane. Intendo inoltre avviare l’approfondimento dei regolamenti che riguardano il decoro urbano in quanto credo fermamente che le regole e il rispetto per le stesse siano punti di riferimento e garanzia per tutti. Valuto assolutamente necessaria la partecipazione di tutte le anime attive della città per il raggiungimento degli scopi, poiché dove non può il Pubblico certamente può il privato e viceversa”.

A tale scopo l’assessore ha invitato le rappresentanze delle realtà attive sul territorio “per un primo, e spero proficuo, confronto sulle tematiche che interessano le mie rubriche – ha concluso -. L’invito è esteso a tutte le associazioni che non siamo riusciti a raggiungere direttamente e che sono interessate al confronto”.

L’appuntamento è nella sala A dell’Urban Center alle 16.30 di mercoledì 25 settembre.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo