Siracusa, oltre 300 mila euro per l’Asacom: a giorni al via il servizio

Lo scorso 8 ottobre sono stati assegnati al Libero Consorzio di Siracusa con apposito decreto regionale, 337.305 euro per l’avvio dei servizi di assistenza Asacom e trasporto disabili destinati agli istituti superiori.

Siracusa, Lunedì riparte il servizio Asacom nelle scuole

Il servizio Asacom, trasporto e assistenza per l’autonomia e la comunicazione degli studenti diversamente abili che frequentano gli istituti superiori e l’Università, ripartirà a giorni. La firma del decreto da parte del dirigente regionale, a seguito dei pressanti solleciti del Libero Consorzio comunale, ha previsto somme con le quali si farà fronte al pagamento del pregresso e si procederà al riavvio del servizio per l’anno scolastico 2018/2019. Ciò porrà fine alle giuste richieste dei familiari degli studenti interessati.

Lo scorso 8 ottobre sono stati assegnati al Libero Consorzio di Siracusa con apposito decreto regionale, 337.305 euro per l’avvio dei servizi di assistenza Asacom e trasporto disabili destinati agli istituti superiori. “A questo punto, una volta pubblicato il decreto – afferma Giovanni Cafeo, Segretario della III Commissione Ars Attività Produttive -, auspico che il Libero Consorzio di Siracusa si adoperi affinché i servizi riprendano al più presto, senza aspettare i soliti passaggi dalla ragioneria e il formale accredito delle somme, comunque ormai certe così come altrettanto certi sono i drammi delle famiglie che già da un mese vivono l’assenza di questi servizi essenziali. Perché dietro ai numeri e ai bilanci – continua ancora Cafeo – si celano spesso situazioni umane delle quali non si ha contezza diretta ma che oggi non possono essere più accettabili. Di fronte a questo tipo di povertà, non esiste l’esclusiva esigenza di far quadrare i bilanci – conclude Cafeo – ma si deve aver chiaro, per la politica così come per la società civile, l’importante obiettivo di mantenere sempre il contatto con la realtà, non tralasciando mai il valore primario del rispetto della dignità dell’essere umano che in nessun caso può essere sacrificata sull’altare del pareggio dei conti”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo