Siracusa, operazione Black Gold. Furto di idrocarburi dagli oleodotti: 8 misure cautelari

Il sodalizio criminale era dedito alla commissione di furti aggravati di idrocarburi in danno degli oleodotti di collegamento tra la Stazione di Spinta “Nato” ad Augusta e quella della base di Sigonella, nonché delle raffinerie Sasol e Isab

pontile-nato-768x417

Dalle prime luci dell’alba di oggi, nelle province di Siracusa e Catania, circa 50 Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa e della Compagnia Aeronautica Militare di Sigonella, supportati dai colleghi del Comando Provinciale di Catania, a conclusione di un’articolata attività info-investigativa, diretta e coordinata dalla Procura della Repubblica di Siracusa, stanno dando esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misura cautelare nei confronti di 8 persone ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata ai reati di furto e ricettazione.

Il sodalizio criminale era dedito alla commissione di furti aggravati di idrocarburi in danno degli oleodotti di collegamento tra la Stazione di Spinta “Nato” ad Augusta in contrada San Cusumano e quella della Base di Sigonella, nonché delle Raffinerie “Sasol Italy Spa” di Augusta e Isab di Priolo Gargallo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo