Siracusa, Ortigia Film Festival: domani proiezione de “Il più grande sogno” di Michele Vannucci: arrivano gli interpreti Mirko Frezza e Milena Mancini

La vetrina dei documentari si arricchisce con “Pellegrino” di Federico Savonitto e Ruben Monterosso, che incontra il pubblico. Premiazione del concorso “Corti on Line” alla presenza dei registi vincitori Armando Francesco Serrano e Federica D’Ignoti

zambrano L'intervista ad Annarita Zambrano di ieri

Il 17 luglio a Ortigia Film Festival terza giornata della kermesse siciliana con la proiezione in Arena Minerva alle ore 21 de Il più grande sogno di Michele Vannucci, presentato nella sezione Orizzonti del Festival di Venezia 2016 e vincitore del 3 Future Award ai David di Donatello 2017. Incontreranno il pubblico gli interpreti Mirko Frezza e Milena Mancini.

A seguire sarà la volta del concorso internazionale dei cortometraggi con Ego di Lorenza Indovina (23) e, in anteprima per la Sicilia, Touch di Noel Harris (23,20). Anteprima regionale anche per Il profumo delle stelle di Francesco Felli (21.40, Logoteta).

Inaugurerà la serata in Arena Logoteta alle 21 la premiazione dei Corti on Line, alla presenza dei registi vincitori Armando Francesco Serrano e Federica D’Ignoti, rispettivamente per Calibro 10 e Angelo. Calibro 10 racconta di Ugo che, in seguito al licenziamento del padre, si ritrova diviso fra il suicidio e un attentato al Presidente del Consiglio, dopo aver acquistato con gli ultimi risparmi una pistola e una maschera di Maradona. Angelo tratto dal monologo di Ketty Governali, anche interprete, coglie lo sguardo e la vita quotidiana di una barbona di città che vive girovagando e dorme su marciapiedi e panchine, con un’unica ossessione: il figlio Angelo. Un viaggio intenso e aggressivo che invita lo spettatore ad interrogarsi e guardarsi intorno.

La vetrina dei documentari presenta alle 21.50 in Arena Logoteta Pellegrino di Ruben Monterosso e Federico Savonitto. Il racconto di un luogo dove sacro, profano, natura e storia coesistono ed esercitano forti attrazioni, seguendo le orme dei suoi frequentatori – sia abituali che occasionali – incrociando i percorsi di artisti, nomadi, naturalisti, alchimisti di differenti etnie, che per ragione o necessità trovano nel monte un’ossessione, un motivo di passaggio o la traccia di una risposta.  Una riflessione sul senso dell’abitare la natura e sul rapporto intimo che si può istaurare tra le persone e i luoghi, soprattutto quando questi ultimi sono portatori di una memoria antica. Per l’occasione Ruben Monterosso incontrerà il pubblico.

Alle 19 al Punto G (Via Landolina 1 – Piazza Duomo) per la serie di incontri “Faccia a faccia col cinema italiano” il presidente della Giuria dei lungometraggi, Fabio Ferzetti, incontrerà gli attori Milena Mancini, Mirko Frezza e Andrea Sartoretti, che presiede la Giuria dei corti, per confrontarsi sul presente e sul futuro del cinema italiano. Moderano Stefano Amadio e Salvo Grillo.

Alle 23 proseguirà in Arena Logoteta la replica de Il più grande sogno e l’incontro con gli interpreti Mirko Frezza e Milena Mancini.

Il Festival ha il sostegno di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – MiBACT ed è realizzato nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei Cinema, “Regione Siciliana – Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo – Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo”, “Sicilia Filmcommission” con il patrocinio del Comune di Siracusa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi