Siracusa ospita il “Festival Sabir”: due giorni per parlare di immigrazione e solidarietà

sabir-460x261

Dopo Lampedusa e Pozzallo, Siracusa ospita dall’11 al 13 maggio il “Festival Sabir”. Promosso da Arci, insieme ad Acli e Caritas, Sabir ha il patrocinio del Comune, della Presidenza del Consiglio dei ministri, dell’Anci, dell’Unar, e la collaborazione di diverse associazioni ed istituzioni. La cerimonia di inaugurazione si terrà giovedì 11 maggio, alle 12, al Salone Borsellino.

Ci fa piacere che Arci abbia scelto Siracusa – ha ricordato il vice sindaco, Francesco Italia, nel suo intervento – per questa narrazione sulle tematiche dei migranti raccontata attraverso la loro esperienza e quella dei dei tanti volontari che li accolgono. Siracusa, sin dall’inizio del fenomeno, è sempre stata in prima fila, dando grande dimostrazione di solidarietà”.

Il Festival Sabir rientra tra le manifestazione inserite nel programma delle celebrazioni dei 2750 anni della sua fondazione. Quest’anno i temi centrali del Festival saranno da un lato gli accordi stipulati con i paesi d’origine e transito dei migranti per fermarne le partenze; dall’altro quello dei minori stranieri non accompagnati, particolarmente numerosi proprio nelle strutture d’accoglienza di Siracusa e provincia.

Nel corso della manifestazione previste diverse iniziative, come da allegato programma.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo