Siracusa, il pallone tensostatico di Belvedere ancora fuori uso

La scuola fino allo scorso anno utilizzata il tensostatico la mattina per l’attività motoria dei propri alunni. Ora si vedrà costretta a utilizzare anche al pomeriggio la palestra della scuola media

pallone-tensostatico-belveder

La mancata sistemazione del pallone tensostatico di Belvedere ancora inagibile a causa del temporale che lo scorso febbraio ne ha provocato lo sventramento, mette alle corde la società pallavolistica siracusana poiché si è vista ritirare momentaneamente l’autorizzazione per l’utilizzo della palestra del 12° istituto comprensivo.

“La scuola – spiega il vicepresidente dell’Eurialo Salvo Corso – utilizzava fino allo scorso anno il tensostatico nelle ore mattutine per l’attività motoria dei propri alunni. Ora invece si vedrà costretta a utilizzare anche al pomeriggio la palestra della scuola media, per poter permettere agli alunni di esercitare il loro diritto di svolgere l’attività di educazione fisica, considerando che l’istituto complessivo è formato da ben tre plessi con circa 850 iscritti. Dovranno pertanto alternarsi tra mattina e pomeriggio. Purtroppo lo apprendiamo solo adesso, benché il documento che il Consiglio di istituto ha inviato al Comune che spiega i motivi del diniego è datato 5 luglio 2019. Adesso dovremo rifare tutto l’iter procedurale, confidando nella sempre gentile disponibilità del dirigente scolastico Stefania Gallo, per poter utilizzare la palestra dalle 18,30 in poi, sacrificando lo spazio per le atlete più piccole. I tempi si allungheranno, visto che noi dovremo produrre una nuova richiesta documentata e poi la stessa dovrà essere vagliata ed eventualmente approvata dal consiglio di istituto che si dovrà riunire per discutere della vicenda”.

Tanti i disagi per l’Eurialo che, da marzo in poi, si è allenata a singhiozzo “È ora che l’amministrazione comunale – l’appello di Corso – intervenga per risolvere il problema, commissionando i lavori per rimettere in funzione un impianto sportivo importante non solo per la scuola, ma anche e soprattutto per tutto il territorio di Belvedere”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo