Siracusa, picchia e minaccia di morte la moglie: arrestato il marito

Una situazione familiare divenuta ormai insostenibile, che ha determinato i militari dell’Arma a procedere all’immediato arresto del responsabile, M.A., fisioterapista siracusano incensurato classe 1970 e a sottoporlo agli arresti domiciliari nella propria abitazione

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Ortigia sono intervenuti in occasione di una violenta lite familiare fra marito e moglie, in cui l’uomo, al culmine dell’ennesima lite, aveva aggredito, picchiato e minacciato la coniuge.

L’animato litigio, solo l’ultimo di una lunga serie, ha visto protagonista un fisioterapista 48enne siracusano che a seguito dell’ennesimo diverbio con la moglie, ha iniziato ad aggredirla fisicamente, minacciandola di morte. La richiesta d’intervento ai Carabinieri di Ortigia è giunta da alcuni vicini che hanno udito le urla provenire dall’abitazione accanto.

I Carabinieri giunti sul posto hanno immediatamente posto fine all’aggressione e tranquillizzato la vittima assicurandosi che fosse visitata da personale sanitario del pronto soccorso.

Una situazione familiare divenuta ormai insostenibile, che ha determinato i militari dell’Arma a procedere all’immediato arresto del responsabile, M.A., fisioterapista siracusano incensurato classe 1970 e a sottoporlo agli arresti domiciliari nella propria abitazione. La vittima invece si è trasferita in un’altra abitazione per evitare che episodi simili possano ripetersi con il pericolo di più gravi conseguenze.

Il fenomeno della violenza infrafamigliare è purtroppo molto diffuso nella provincia siracusana e per questo motivo vede impegnati i Carabinieri su più fronti, sia con attività di prevenzione e sensibilizzazione della cittadinanza contro la violenza di genere, sia con attività repressive di assicurazione alla giustizia dei responsabile delle aggressioni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo