Siracusa, Piccoli e grandi movimenti in Consiglio comunale: Burti capogruppo di Area democratica, Casella cambia gruppo mentre Scrofani cresce…

Siracusa, il consigliere Burti: "L'ex assessore Cavarra aveva confuso il suo ruolo per un impiego a tempo indeterminato" Cosimo Burti

In settimana sono previste le adesioni di Loredana Spuria e Antonino Trimarchi dal gruppo del Partito democratico a quello dei Centristi per l'Italia che conta già il capogruppo Pippo Impallomeni (vice presidente del Consiglio) oltre a Chiara Catera e Gaetano Malignaggi

Scosse di assestamento in Consiglio comunale, scosse che determinano un’alleanza sempre più stretta tra il sindaco Giancarlo Garozzo e l’assessore Gianluca Scrofani e una maggiore coesione tra Giunta e aula Vittorini. Dopo la nomina del consigliere Antonio Moscuzza nel ruolo di assessore all’Urbanistica, Cosimo Burti è diventato il nuovo capogruppo di Area Democratica proprio al posto del neo assessore, mentre Giuseppe Casella ha lasciato il gruppo per aderire ad “Amarla per Cambiarla”.

Non cambia nulla nell’economia dell’assise, si rafforza un po’ di più l’importanza di quest’ultimo gruppo che nell’anno appena trascorso si è visto ben poco, soprattutto dopo la fuoriuscita di Antonio Grasso dalla Giunta. Piccoli movimenti, quindi, che servono però a rendere ancora più stretto il rapporto tra amministrazione comunale e aula. Tra i passi più importanti, però, sono da annotare le strategie dell’assessore al Bilancio Gianluca Scrofani. In settimana sono previste le adesioni di Loredana Spuria e Antonino Trimarchi dal gruppo del Partito democratico a quello dei Centristi per l’Italia che conta già il capogruppo Pippo Impallomeni (vice presidente del Consiglio) oltre a Chiara Catera e Gaetano Malignaggi.

Peraltro sembra che dal gruppo Siracusa Futura, creato e già distrutto in meno di 48 ore, stiano per tornare all’ovile dei Centristi sia Lo Curzio sia Rabbito. Ci vuole solo tempo. E il tempo dirà se anche alcuni consiglieri del Gruppo Misto passeranno (se non lo sono già) dalla parte dell’assessore Scrofani. Aloschi, Boscarino e Di Mauro sono dati comunque in orbita, così come Tanino Firenze del Pd. Ma difficilmente si muoveranno dalle posizioni attualmente occupate. Cominciano, infatti, i movimenti in vista delle elezioni previste nel 2018 e proprio l’assessore al Bilancio e al Commercio sembra essere tra i più attivi, mentre gli altri sembra stiano a guardare.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi