Siracusa, prosegue a oltranza lo sciopero dei lavoratori dello “Spaccio Alimentare”

Nonostante l'azienda abbia pagato parte dell'ultimo stipendio e nonostante la convocazione per la prossima settimana all'Ispettorato del Lavoro, proseguono le serrate al centro commerciale

sciopero-papiri-spaccioalimentare

Terzo giorno di protesta per i dipendenti dello “Spaccio alimentare” del centro commerciale “I Papiri” di via Necropoli del Fusco. Anche oggi saracinesche serrate e dipendenti in sit in nel parcheggio antistante l’ingresso del centro commerciale.

Uno sciopero “bianco” senza alcuna bandiera o colore sindacale quello indetto dai circa 80 dipendenti che da tre giorni lamentano l’assenza di risposte da parte dell’azienda in merito alla chiusura di alcuni punti vendita in Sicilia ma soprattutto per i ritardi e la rateizzazione del pagamento delle mensilità. Proprio ieri i dipendenti hanno ricevuto un acconto del 50% sull’ultima spettanza, ma questo non è servito a farli desistere dal proseguire la protesta.

Così come non è servita la convocazione per martedì prossimo davanti all’Ispettorato del Lavoro, momento in cui finalmente i lavoratori avranno la possibilità di confrontarsi con l’azienda. “Andremo avanti con lo sciopero almeno fino a lunedì – confermano i dipendenti -. Questi mezzi passi in avanti da parte dell’azienda non sono sufficienti. Per questo abbiamo deciso di proseguire per la nostra strada fin quando le nostre richieste non verranno esaudite e stiamo anche valutando ulteriori e nuove forme di protesta“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo