Siracusa, qualità dell’aria. L’ex Provincia rassicura: “nessuna smobilitazione delle centraline”

Il libero consorzio afferma che il servizio è attivo nonostante le difficoltà economiche dell'ente e che le centraline stanno subendo un riposizionamento come concordato con Arpa Sicilia

centralina-campo-scuola La centralina al Pippo Di Natale

Riguardo alla paventata smobilitazione della rete di monitoraggio della qualità dell’aria prospettata da alcuni organi di informazione, il Libero Consorzio di Siracusa scende in campo con alcune precisazioni, affermando che “non è in corso nessuna smobilitazione della rete di monitoraggio della qualità dell’aria, il cui funzionamento costituisce uno dei principali servizi resi alla collettività, ed è a tutt’oggi garantito da questo Libero Consorzio Comunale, malgrado la grave condizione economica in cui versano le ex Province regionali, conseguenza dell’avvio del processo della loro riforma, mai perfezionatosi”.

La “centralina” di viale Teracati è stata riposizionata al campo scuola “Pippo Di Natale”, così come previsto dal progetto di realizzazione della rete di monitoraggio regionale, curato da Arpa Sicilia e condiviso dal Libero Consorzio Comunale di Siracusa e dal Comune di Siracusa. In tale progetto sono incluse complessivamente 9 “centraline” di proprietà del Libero Consorzio Comunale che ne garantisce altresì la gestione e manutenzione e di cui Arpa Sicilia assumerà nel prossimo futuro la totale competenza.

L’ente di via Roma vuole puntualizzare, inoltre che la “centralina” di via Bixio non è stata dismessa ma semplicemente spostata al Pantheon così come previsto nell’ambito dello stesso progetto di razionalizzazione e realizzazione della rete regionale curato da Arpa Sicilia.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo