Siracusa, Reale punzecchia Granata sugli impresentabili: “caro Fabio, siediti e fai mente locale”

reale-vs-granata

Reale chiede le dimissioni ma soprattutto le scuse da Granata. Non le ottiene, ma in questa partita "a tennis" il game è del consigliere

“Ti chiedo, come si fa coi testimoni reticenti, quelli che non ricordano, di sederti un attimo e fare mente locale così provo con i documenti a farti ricordare cosa conteneva quella lista”. Seduto dietro la scrivania nel proprio studio, Ezechia Paolo Reale ha deciso di rivolgersi all’assessore Fabio Granata.

L’assessore aveva detto di non accettare lezioni di etica e di politica da nessuno, tanto meno da chi non ha avuto remora alcuna ad accettare sostegni e candidature “discutibili” alla luce delle sentenze penali successivamente sopraggiunte nei confronti dei suoi sponsor o candidati delle sue liste.

Reale usa invece toni pacati eppure pungenti, ricordando la campagna elettorale del giugno 2018 quando Granata – ancora candidato sindaco – presenta in Prefettura una lista di nomi ritenuti “incandidabili”. Una lista riservata, che però Reale possiede. E così nei giorni scorsi aveva ironizzato definendo la lista Amo Siracusa “da impresentabili a responsabili”, citando le parole del sindaco Italia che durate il rimpasto, ha parlato di una Giunta ampia frutto di un’ampia collaborazione con persone responsabili per il bene della città.

Botta di Reale, risposta di Granata ma il consigliere controbatte sulla questione impresentabili pubblicando sulla propria pagina Facebook un video nel quale mostra parte di quel documento presentato in Prefettura. E in Questura.

E il primo nome della lista di impresentabili è proprio “Amo Siracusa” con nomi appartenenti a quella lista. Reale chiede le dimissioni ma soprattutto le scuse da Granata. Non le ottiene, ma in questa partita “a tennis” il game è del consigliere.

Botta e Risposta

Pubblicato da Progetto Siracusa su Venerdì 20 settembre 2019


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo