Siracusa, rilevatori di velocità a Targia: lunedì iniziano i lavori

Nel tratto compreso tra viale Scala Greca e la rotatoria di contrada Spalla, in entrambe le direzioni, sarà installato il sistema di controllo elettronico della velocità, con relativi segnali luminosi

contrada-targia

Lavori in diverse zone della città, tra cui contrada Targia, per mettere in sicurezza le strade e la circolazione dei mezzi. Dopo una lunga attesa, sono terminati gli interventi per riorganizzare la sosta delle auto in via Francesco Guardi ed è stata conclusa ieri la posa dei dissuasori in riviera Dionisio il Grande; lunedì gli operai si sposteranno a Targia per cominciare i lavori per l’installazione dei sistemi di controllo della velocità. I soldi per questo intervento sono stati prelevati dal fondo di riserva del sindaco.

Si tratta – spiega Francesco Italia – di attività programmate da tempo e per le quali siamo riusciti a trovare le somme. Il caso di riviera Dionisio il Grande, come quello di via Unità d’Italia già affrontato con la posa dei dissuasori, era stato sollecitato dal Consiglio comunale e risponde a un’esigenza concreta in una strada non particolarmente larga, intensamente abitata e in cui si circola ad andatura sostenuta. Forse più urgente, e per questa ragione ho deciso di intervenire con i fondi di riserva del sindaco, è il caso di Targia, teatro di incidenti stradali anche molto gravi spesso dovuti all’alta velocità. Entro poche settimane installeremo moderni sistemi che ci consentiranno di rilevarla e di controllarla così da imporre il rispetto dei limiti. Contemporaneamente inizieremo con il ripristino della strisce pedonali sempre più sbiadite in molte strade della città”.

Il cantiere in contrada Targia sarà aperto lunedì dalla Siram, l’impresa che per il Comune si occupa di lavori stradali, interventi urgenti in regime di reperibilità e impianti elettrici negli edifici pubblici. Il costo affrontato dall’amministrazione è di circa 40 mila euro. Nel tratto compreso tra viale Scala Greca e la rotatoria di contrada Spalla, in entrambe le direzioni, sarà installato il sistema di controllo elettronico della velocità, con relativi segnali luminosi, e quello che rileva l’andatura tenuta dai mezzi in transito, completo di display luminosi collocati ai lati della carreggiata e visibili agli automobilisti diretti a Priolo e a Siracusa. Per tutta la durata dei lavori ci saranno restringimenti della strada.

Dal 26 agosto al 20 settembre, termine stimato per concludere i lavori, si prevede il restringimento della carreggiata e il divieto di sosta con rimozione coatta ambo i lati, al fine di consentire il rifacimento della segnaletica stradale orizzontale e verticale, con inserimento di marker stradale. Saranno istallati i segnali luminosi di “Controllo elettronico della velocità” – nel tratto in discesa di strada Targia lato destro con direzione Priolo e sul lato destro con direzione Siracusa, nei pressi del distributore carburanti Eni – e di “Rilevatori di velocità con display luminoso”, da inserire rispettivamente sul lato destro di strada Targia con direzione Priolo all’altezza del bivio Stazione Targia e sul lato destro di strada Targia con direzione Siracusa prima del bivio Stentinello.

Per quanto riguarda le strisce pedonali, l’intervento di ripristino inizierà da quelle vicine ai plessi scolastici. Anche in questo caso i lavori saranno effettuati dalla Siram, che ha già operato in via Francesco Guardi, in via Unità d’Italia e in riviera Dionisio il Grande.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo