Siracusa, (ri)nasce la sezione Ortigia della Polizia municipale

ortigia-turisti

Una nuova struttura, coordinata dall'ispettore Corrado Caruso e composta dai 5 ai 7 agenti, istituita per affrontare le problematiche legate al turismo e al decoro urbano

Torna in servizio la Polizia turistica, con una forma leggermente diversa rispetto a qualche anno fa (la vigilanza era stata attivata durante la sindacatura Visentin e poi tolta, reinserita e nuovamente tolta dai servizi della Municipale) e, soprattutto, attiva dalle 8 del mattino fino all’1 di notte. Gli assessori alla Polizia municipale e vice sindaco, Giovanni Randazzo, e il comandante del Corpo, Enzo Miccoli, hanno presentato la sezione Ortigia dei vigili urbani assieme all’assessore al Decoro urbano Giusy Genovesi. Una nuova struttura, coordinata dall’ispettore Corrado Caruso e composta dai 5 ai 7 agenti, istituita per affrontare le problematiche legate al turismo e al decoro urbano.

Si occuperanno di occupazione di suolo pubblico, abusivismo commerciale ed edilizio, controllo guide turistiche con attenzione a coniugare la presenza dei turisti nel centro storico e dei residenti. La Polizia municipale, però, deve fare i conti con una carenza di organico che non permette di essere costantemente presenti sul territorio e per questo gli agenti che si dedicheranno al centro storico avranno maggiore attenzione ancor di più in un periodo come questo di maggiore afflusso.

Ospitata nei locali degli uffici di via Logoteta, sarà operativa anche nelle ore serali fino all’1 di notte e avrà quindi, tra gli altri, compiti di vigilanza sul territorio, di controllo delle attività, e di lotta agli abusivismi. A coordinarla l’ispettore Corrado Caruso che potrà contare su un numero variabile da 5 a 7 unità, tutte a conoscenza di lingue straniere.

“C’è un’avvertita necessità di assicurare un maggiore controllo non solo in termini di sicurezza ma anche di vivibilità del Centro storico – sono queste alcune delle priorità indicate in conferenza stampa dal vice sindaco Randazzo e dall’assessore Genovesi -. E con esso anche di lotta a tutti gli abusivismi, da quelli che derivano dall’ambulantato che opera in spregio a tutte le norme ed ai regolamenti, a quelli che discendono purtroppo da attività autorizzate, e a quelli edilizi. Ed ancora la lotta all’inquinamento acustico in alcune fasce orarie, quella per la tutela del decoro del nostro patrimonio ambientale; per finire con la necessità di tornare ad essere punto di riferimento per i turisti che quotidianamente affollano il nostro centro storico”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo