Siracusa, tenta il suicidio all’interno del Porto Grande: salvata dalla Guardia di Finanza

Dopo qualche peripezia, in quanto la signora era vestita nonché in evidente stato confusionale, non senza difficoltà riuscivano a trarla in salvo, facendola salire a bordo del mezzo intervenuto

foto di repertorio

I militari in forza alla Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Siracusa hanno tratto in salvo una giovane donna, di origine rumena, in procinto di annegare nelle acque del Porto Grande. La donna di 36 anni ha tentato il suicidio gettandosi in mare nella zona vicina il cantiere di quello che dovrebbe essere il porto turistico “Marina di Archimede”.

Avvisati da alcuni diportisti, i finanzieri hanno rapidamente raggiunto, con uno dei mezzi navali in dotazione al Corpo, la zona interessata dall’evento e, individuata la persona in evidente pericolo di vita, prontamente si sono gettati in acqua per prestarle soccorso. Dopo qualche peripezia, in quanto la signora era vestita nonché in evidente stato confusionale, non senza difficoltà riuscivano a trarla in salvo, facendola salire a bordo del mezzo intervenuto.

I militari, dopo aver prestato le cure di primo soccorso, hanno condotto la malcapitata agli ormeggi dove era presente un’ambulanza del 118, precedentemente allertata. La donna è stata trasportata al locale nosocomio per le cure del caso e le sue condizioni non sono preoccupanti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo