Siracusa, salvi i posti di lavoro per i dipendenti Mondus: tutti riassorbiti dalla nuova società

Soddisfatta per il rispetto della cosiddetta "clausola sociale" Vera Uccello, segretario provinciale Filt Cgil. Il sindacato, inoltre, vista la momentanea chiusura della tratta Siracusa-Catania ha ottenuto anche il riconoscimento della "trasferta" fino a conclusione dei lavori sulla linea ferrata

Taglio del treno Siracusa-Roma

Nessuna estromissione dal lavoro per i dipendenti della Mondus, assorbiti tutti dalla nuova impresa Società Coopservice che si è aggiudicata l’appalto dei servizi pulizie vagoni – lotto Passeggeri – per Trenitalia in tutta Italia.

Non è stato semplice far rispettare la clausola sociale, quella che prevede proprio il mantenimento dell’occupazione in caso di cambio appalto, ma alla fine ci siamo riusciti – commenta Vera Uccello, segretario generale della Filt Cgil siracusana – visto che queste imprese utilizzano con molta praticità lavoratori a somministrazione, con contratti stagionali o al bisogno, e dopo a casa……licenziati“.

Firmato inoltre l’accordo di Solidarietà che attesta per i lavoratori della Coopservice di Siracusa  le 32 ore  settimanali, a fronte delle 20 ore dei lavoratori di Messina e delle 25 ore di Palermo, e pure con il ticket pasto, ma soprattutto con l’applicazione del Contratto collettivo nazionale Mobilità Attività Ferroviarie e conferma della retribuzione.

In realtà la Filt di Siracusa ha ottenuto anche un altro importante risultato: il riconoscimento economico in busta paga della trasferta, dato che per la chiusura della tratta ferrata Sr-Ct, i lavoratori della Mondus/Coopservice, così come quelli delle altre società di servizi ma anche dipendenti diretti, sono stati spostati a Catania. “Con l’impresa  che è subentrata alla Mondus abbiamo ottenuto che il lavoro fuori sede fosse riconosciuto come tale e pertanto fosse rispettato il pagamento della trasferta”.

Un riconoscimento economico che durerà fino a quando resterà interrotta la tratta Sr-Ct. “A maggior ragione oggi ribadisco – conclude Vera Uccello – che è importante che vengano rispettati i tempi fissati per l’esecuzione dei lavori lungo la Sr-Ct e che la tratta venga riaperta entro la data prevista, ovvero nella prima decade di settembre. E’ necessario essere vigili, il nostro territorio necessita di infrastrutture ammodernate e rese appetibili a turisti e pendolari, che siano anche e soprattutto volano di sviluppo economico e occupazionale”.

Intanto il segretario della Filt è al lavoro perché i risultati ottenuti per i lavoratori della Mondus possano essere raggiunti anche per i dipendenti delle altre imprese coinvolte nel cambio appalti.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi