Siracusa, secondo giorno di protesta per i lavoratori ex Pontisol alla portineria Isab sud

Le autocisterne non vengono fatte entrare o uscire dalla raffineria

isab-sud-portineria

Secondo giorno di protesta per i lavoratori alla portineria Isab sud, Lukoil. Dopo il blocco della portineria e dell’ingresso delle autobotti, questa mattina la mancata ricollocazione dei dipendenti a seguito della chiusura di Pontisol, facente parte dell’indotto Isab, torna a farsi sentire nella zona industriale di Siracusa. Con qualche momento di nervosismo.

Le autocisterne non vengono fatte entrare o uscire dalla raffineria e così gli operai della società fallita (che dovrebbero essere assorbiti da una nuova ditta dell’indotto) continuano a sollevare i problemi della contrattualizzazione al ribasso nella commessa con il rischio concreto di vedere riversarsi tali economie anche sullo stipendio e sulle condizioni lavorative.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo