Siracusa, si corre per il sintetico al “De Simone”: a settembre lavori finiti

Oggi il sindaco Garozzo ha incontrato il presidente del Siracusa calcio Cutrufo, a cui ha illustrato le imminenti scadenze e il cronoprogramma dei lavori che dovranno concludersi dopo 75 giorni dall'aggiudicazione

Siracusa catania

Manto sintetico al “De Simone” il sindaco Garozzo incontra il presidente del Siracusa Calcio, Gaetano Cutrufo per delineare quelle che saranno le scadenze e il cronoprogramma dei lavori. Scadrà il 6 giugno il bando per presentare le offerte relative allo svolgimento dei lavori allo stadio Nicola De Simone.

Il Comune lo scorso dicembre ha dato il via libera all’accensione di alcuni mutui con il Credito Sportivo per rifare il look ai maggiori impianti cittadini, tra questi ovviamente lo stadio, le cui somme (1,1 milioni di euro) saranno investite principalmente per la sostituzione della superficie di gioco, attualmente in erba naturale e del campetto alle spalle della tribuna, ma non solo, in quanto nel progetto si tende anche a voler migliorare la funzionalità degli spogliatoi e dei bagni per il pubblico.

Si tratta di interventi importantissimi – ha detto il presidente Gaetano Cutrufo – che ci consentiranno finalmente di avere un impianto dotato di un manto sintetico. Ritengo opportuno ringraziare il sindaco Garozzo per aver puntato su questo investimento”.

Dopo la scadenza del 6 giugno, nell’arco di qualche giorno, i dirigenti del Comune valuteranno le offerte pervenute, poi – in tempi tecnici valutati in una decina di giorni – la pratica sarà completata.

Chi si aggiudicherà l’appalto – ha detto il sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo – avrà 75 giorni di tempo per completare i lavori. Abbiamo previsto penali in caso di ritardi, ma anche bonus nel caso in cui i tempi dovessero essere ridotti. Si tratta di un investimento importante che riteniamo però opportuno considerato che la nostra principale squadra di calcio sta ottenendo risultati estremamente positivi”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo