Siracusa, studentessa travolta dal fiume d’acqua creatosi su viale Tica: lo sfogo della madre

Per la giovane fortunatamente solo qualche graffio e un bello spavento, discorso diverso per lo scooter che pare abbia riportato danni

viale-tica-scooter

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta di una madre che racconta la disavventura in cui è incorsa la figlia questa mattina a causa del maltempo. La giovane, mentre tentava di raggiungere il proprio istituto scolastico (il Quintiliano) è stata travolta dal fiume d’acqua che si è creato su viale Tica dopo la forte perturbazione. Per la giovane fortunatamente solo qualche graffio e un bello spavento, discorso diverso per lo scooter che pare abbia riportato danni. Questa la lettera aperta:

Allego foto di quanto è successo stamattina alle ore 8. Mia figlia esce di casa alle 7.30 con il suo scooter per raggiungere la scuola in viale Tisia. Ad un certo punto inizia a piovere e lei svolta per viale Tica, imbattendosi in un fiume d’acqua (pioveva da qualche minuto) che la travolge facendola cadere. Fortunatamente nulla di grave, qualche dolore diffuso ma il motorino ha subito danni. Mi chiedo come sia possibile che ormai la città non sia percorribile appena piove. Inoltre per soccorrere mia figlia dal villaggio Miano al viale Tica ho impiegato circa 1 ora per il tilt che si è creato a causa delle strade allegate ovunque. Ricordiamo al sindaco che anche se piove ci dobbiamo spostare per lavoro, per andare a scuola ecc… Mia figlia era terrorizzata! Nessuno si è fermato a soccorrerla. Ma in che città viviamo?


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo