Siracusa, Tma e sport per l’inclusione al “Vittorini”

incontro informativo con genitori e alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria, in cui si è illustrata la terapia multisistemica (Metodo Caputo-Ippolito) che utilizza l’acqua come attivatore motorio e sensoriale per una riabilitazione globale dei soggetti con disturbi dello spettro autistico e non solo

incontro-vittorini

Una giornata all’insegna dello sport, della solidarietà, dell’inclusione sociale e della disabilità, organizzata ieri dal Vittorini di Siracusa in collaborazione con importanti realtà sportive del nostro territorio. Ospiti gli operatori della Tma Roberta Spatola e Giorgia Giuliano che, in un incontro informativo con genitori e alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria, hanno illustrato la terapia multisistemica (Metodo Caputo-Ippolito) che utilizza l’acqua come attivatore motorio e sensoriale per una riabilitazione globale dei soggetti con disturbi dello spettro autistico e non solo.

Il connubio sport- disabilità ispira anche il progetto “Filippide”, il cui presidente Esposito ha illustrato le discipline sportive (atletica, canoa, vela, karate, calcio, nuoto) che contribuiscono in maniera determinante al benessere psico-fisico della persona disabile in piena integrazione con i coetanei. Di grande efficacia anche il “judo-terapia” promosso dal Maestro Benemerito Roberto Dell’Aquila che, in collaborazione con l’Unità di Neuropsichiatria dell’Azienda Sanitaria provinciale di Siracusa, persegue da sempre la formazione umana e sociale di tutti minori nel rispetto della specificità dei bisogni e delle potenzialità.

Lisa Rubino, vice presidente di “Diversamente Uguali Onlus Siracusa” un’associazione di famiglie di persone con disabilità ha presentato il gioco del baskin una pratica sportiva inclusiva, poiché permette a tutti, persone con difficoltà e non, di giocare insieme al fine di creare momenti inclusi e divertenti.

Per finire nei locali della palestra un’emozionante partita di Baskin un’innovativa attività sportiva promossa dal Presidente Bonaiuto che, ispirata al basket, ha visto la partecipazione mista di atleti, anche alunni della scuola, normodotati e non il cui singolo contributo si è rivelato fondamentale per il successo di tutta la squadra.

Tutti in campo oggi in un’unica forza, scuola famiglia istituzioni e territorio per festeggiare lo Sport , quello vero , che abbatte barriere e pregiudizi culturali per promuovere l’integrazione. l’istituto, sempre sensibile all’inclusione, rivolge a tutti l’invito per la manifestazione “Abbracciata Collettiva” che si terrà, a livello nazionale, giorno 24 e 25 marzo  presso il club Pegaso di Siracusa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo