Siracusa, “vi ripariamo gratis le buche nelle strade”: l’associazione “Tappami” si propone. Accolta a braccia aperte da Palazzo Vermexio

Un'impresa titanica, che potrebbe apparire folle ma che, incredibilmente, trova sponda in un'associazione culturale

associazione-tappami

Tappare gratis le buche del manto stradale del Comune di Siracusa. Un’impresa titanica, che potrebbe apparire folle ma che, incredibilmente, trova sponda in un’associazione culturale. I benefattori, perchè questo sono, appartengono all’associazione “Tappami” di Roma che si è offerta per espletare il servizio senza alcun costo per le casse Palazzo Vermexio.

Una proposta accolta a braccia aperte dal comune, visto che consentirebbe una maggiore manutenzione stradale, è bene ripeterlo, a titolo gratuito. Sarebbero infatti proprio gli operatori volontari, senza alcun rimborso da parte del Comune neanche per i materiali utilizzati, a provvedere al servizio di pronto intervento. Il Comune ha preso la palla al balzo e ha invitato il dirigente a pubblicare un avviso per raccogliere la disponibilità di altre eventuali associazioni che vogliano ricoprire le buche del manto stradale. Gratis.

Piccola precisazione: il Comune ha dato in gestione alla Siram il servizio di reperibilità per pronto intervento e riqualificazione delle sedi stradali con contratto in scadenza nel maggio 2019. Ma i 50 mila euro annui messi nel capitolato non sono sufficienti per la mole di lavoro. Così all’appalto in vigore si è pensato, vista la proposta arrivata al Vermexio, di affiancare i “filantropi” della strada. Anche il comune di Roma si è affidato a questa associazione, firmando una convenzione simile a quella predisposta dagli uffici comunali aretusei.

L’associazione “Tappami” sfrutta le domeniche per la propria attività, non si vuole sostituire alle ditte incaricate, ma è capace di eseguire una decina di rattoppi e per eseguire i lavori utilizza un particolare bitume che sembra essere particolarmente resistente all’acqua.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo