Siracusa, via libera alle telecamere installate dai privati sule mura perimetrali

Una sentenza della Cassazione stabilisce che i cittadini che le posizionano per tutelare la sicurezza dei loro beni non commettono alcun reato

telecamere-cartello

Via libera alle telecamere installate da privati sulle mura perimetrali esterne di palazzi e singole abitazioni e puntate a riprendere ciò che accade nella pubblica strada. Una sentenza della Cassazione stabilisce, infatti, che i cittadini che le posizionano per tutelare la sicurezza dei loro beni non commettono alcun reato. E’ sufficiente, per tutelare la mprivacy delle altre persone, che vengano affissi appotiti cartelli che avvisano della presenza delle telecamere.

La sentenza è frutto dell’assoluzione, perchè il fatto non sussiste, da parte dei supremi giudici, dei proprietari di due appartamenti a Chieti, in un primo momento condannati a sei mesi di reclusione per violenza privata, in quanto avevano installato telecamere a snodo telecomandabile per ripresa visiva e sonora orientate su zone e aree aperte al pubblico.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo