Siracusa, Villa Abela: dopo la demolizione, il Cga sospende la nuova costruzione

Concessione sospesa, almeno fino a ottobre, nel frattempo l’assessorato regionale Territorio e ambiente dovrà avviare le verifiche

demolizione-villaabela

Villa Abela poteva essere demolita, ma non è detto che al suo posto possa sorgere un condominio. Il Cga ha infatti sospeso il permesso a costruire concesso dal Comune di Siracusa nei confronti della ditta Assennato, accogliendo l’istanza presentata dal residence Akradina.

Il Tar, in primo grado, aveva disposto un’istruttoria da eseguire in tempi brevi per avere chiarimenti su destinazione urbanistica, eventuali prescrizioni e vincoli e capacità edificatoria del lotto di terreno. Era stata fissata l’udienza pubblica il 10 ottobre ma senza sospendere la concessione.

Il residence, però, non soddisfatto ha deciso di appellarsi al Consiglio di giustizia amministrativa e i giudici hanno riscontrato come effettivamente durante il tempo necessario per l’adempimento dell’istruttoria – e, in ogni caso, fino alla data fissata per la trattazione del merito della causa – la società possa trasformare irreversibilmente i luoghi, determinando un pregiudizio grave e irreparabile.

Concessione sospesa, almeno fino a ottobre, nel frattempo l’assessorato regionale Territorio e ambiente dovrà avviare le verifiche.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo