Siracusa, il Vittorini aderisce a “Su le mani”: progetto per la scoperta della lingua dei segni

Quest’anno si sono mostrati ancora più maturi e partecipi, continuando con interesse ad approfondire le loro conoscenze sulla Lingua dei Segni Italiana e sull’approccio comunicativo con la persona sorda

Progetto “Siracusa e Noto anche in lingua dei segni”, lunedì la presentazione

Anche quest’anno, per la quinta edizione, si è rinnovato l’appuntamento dei bambini di una classe dell’VIII Istituto Comprensivo “Elio Vittorini” di Siracusa con il progetto “Su le mani”. Sin dalla prima edizione, i bambini hanno dimostrato grande sensibilità nell’approccio con una lingua nuova e che utilizza un canale comunicativo, non uditivo-vocale, ma visivo-gestuale, spronati dalla possibilità di sperimentarsi nella comunicazione e nella relazione con il loro compagno sordo.

Quest’anno si sono mostrati ancora più maturi e partecipi, continuando con interesse ad approfondire le loro conoscenze sulla Lingua dei Segni Italiana e sull’approccio comunicativo con la persona sorda.

Il progetto, nato dall’idea di una mamma, anche quest’anno è stato realizzato grazie al contributo diprivati che hanno voluto dare continuità all’iniziativa, Esso Italiana Raffineria di Augusta, Sb Setec S.p.A., Rotary Club Ortigia.

La didattica del progetto è stata affidata, come le precedenti edizioni, alla Sezione Provinciale Ens di Siracusa e a tutta la sua equipe di docenti specializzati.

Grazie alla sensibilità del Dirigente Scolastico, al corpo docente e alla collaborazione di tutto l’Istituto Comprensivo “Elio Vittorini” di Siracusa, il progettosi protrarrà per la restante parte dell’anno scolastico con lezioni teorico-pratiche di Lingua dei Segni Italiana.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo