Sistema Siracusa, tra rinvii a giudizio e richieste di patteggiamento si chiude l’udienza maratona

Scarcerato Centofanti, il gup si é riservato di decidere su Ferraro ma intanto ha rinviato a giudizio 7 persone, altri hanno chiesto di patteggiare

procura-di-messina La Procura di Messina

Rinviati a giudizio Alessandro Ferraro, Sebastiano Miano, Fabrizio Centofanti, Gianluca De Micheli, Giuseppe Guastella, Riccardo Sciuto e Mauro Verace. Ha avanzato richiesta di patteggiamento a due anni Francesco Perricone, patteggiamento chiesto anche da Bruno Gastaldi.

É stata una vera e propria maratona l’udienza di Messina nell’inchiesta sul cosiddetto Sistema Siracusa, iniziata tre giorni fa e conclusasi solo nella tarda serata di oggi. Anzi, in realtá non é ancora finita considerando che é stata accolta l’istanza di scarcerazione per Centofanti mentre per Ferraro il gup si é ancora riservata di decidere (i termini della custodia cautelare ai domiciliari scadono lunedì).

Per i rinviati a giudizio udienza fissata il 12 novembre, quando si discuterà anche delle posizioni di Vincenzo Naso, Giambattista Coltraro e Salvatore Maria Pace, che per irregolarità della notifica del decreto d’urgenza hanno ottenuto il rinvio a quella data. Il 22 novembre saranno affrontate in rito abbreviato le posizioni di Ornella Ambrogio, Davide Venezia e Davide Rapisarda.

Il 10 settembre é invece prevista l’udienza per decidere sulla richiesta di patteggiamento di Longo a 5 anni e di Cirasa, Gastaldi e Perricone.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo