Studio sui prezzi delle case nelle località costiere italiane: Noto e Marzamemi in controtendenza

Il prezzo delle case nelle località costiere italiane si attesta a 2.218 euro al metro quadro dopo i primi sei mesi dell’anno, in calo del 3,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso secondo gli ultimi dati forniti dall’Ufficio Studi di idealista

Il prezzo delle case nelle località costiere italiane si attesta a 2.218 euro al metro quadro dopo i primi sei mesi dell’anno, in calo del 3,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso secondo gli ultimi dati forniti dall’Ufficio Studi di idealista.

Nel dettaglio delle pricipali zone costiere italiane si registrano valori immobiliari prevalentemente in discesa rispetto a un’estate fa. Il calo maggiore spetta alle Isole del Golfo di Napoli (-7,5%), seguite dal Gargano e dalle Isole Tremiti (-6,8%), quindi dalla Riviera del Conero (-5,7%).  Cali superiori al cinque per cento anche per la Riviera di Levante Genovese (-5,6%), Costiera Cilentana (-5,4%) e le Cinque Terre (-5,3%).

In controtendenza, i prezzi delle case che si affacciano sul Golfo di Noto e Marzamemi (versante siracusano della Sicilia Sud-Orientale) segnano la crescita maggiore nell’ultimo anno, con un incremento del 4,4%. Le seguono località turistiche della Costa Tirrenica Cosentina, con un balzo del 4%, e quelle del messinese (Costa Saracena) con un più 3,3%. Progressi anche per i valori della case in Riviera del Corallo (1,6%), nella parte nord occidentale della Sardegna, all’Argentario e nella Riviera delle Palme, con una variazione positiva dello 0,2%.

Nonostante la forte contrazione dei valori messa a segno negli ultimi dodici mesi, le abitazioni delle Isole del Golfo di Napoli sono le più care d’Italia con una media di 6.395 euro al metro quadro e punte di oltre 10mila euro a Capri. Un effetto che si riverbera sino alla limitrofa Costiera Amalfitana, in provincia di Salerno, al secondo posto con 4.917 euro al metro quadro. Sul terzo gradino del podio troviamo le Cinque Terre con 4.376 euro. Con valori delle case superiori ai 4mila euro si segnalano anche la Costa Smeralda e la Riviera di Ponente Savonese, rispettivamente con 4.174 e 4.052 euro.

Con budget più modesti il sogno della casa al mare diventa più accessibile nel ragusano, dove acquistare costa in media 901 euro al metro quadro. Buono il prezzo delle case nelle località marittime della Costa di Trapani e le Egadi (914 euro/m2). Si acquista con meno di mille euro anche sul Gargano-Isole Tremiti (997 euro/m2).

Per questo studio idealista ha rilevato l’andamento dei prezzi di oltre 600 comuni costieri con un numero di immobili stabile durante l’anno, sufficiente pertanto a costituire campione statistico. Da che è stato possibile stilare anche una classifica delle10 mete turistiche più care d’Italia.

Capri è un evergreen e guida la graduatoria dei metri quadri più esclusivi con i suoi 8.920 euro. La seguono Forte dei Marmi (7.143 euro/m2) e Sorrento (5.730 euro/m2). Con valori superiori ai 5mila euro al metro quadro si segnalano anche Alassio e Laigueglia, rispettivamente con 5.479 e 5.123 euro. Le località liguri sono sempre dominanti quando si parla di prezzi top, così scorrendo le prime 10 della classifica del prestigio, ne troviamo ancora tre: Monterosso (4.979 euro/m2), Santa Margherita Ligure (4.943 euro/m2) e Camogli (4.515/m2). Ritorno in Toscana, nel grossetano, con i 4.600 euro del Monte Argentario e i 4.546 euro al metro quadro che costerebbe in media acquistare una dimora a Castiglione della Pescaia.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo