Turismo a Siracusa, “dati incoraggianti” per il Libero consorzio: +5,36% in provincia e + 18% nelle strutture extra alberghiere

Per quanto riguarda le presenze nello stesso bimestre di riferimento, cioè gennaio e febbraio 2017, gli alberghi registrano, invece,  una flessione del 14,02%, passando  da  37.869  nel  2016, a 32.561

Secondo trimestre "nero" per le imprese artigiane legate al turismo: Siracusa la peggiore in Sicilia

I dati relativi ai flussi turistici in provincia di Siracusa, nei primi due mesi del 2017, sono assolutamente incoraggianti e lasciano ben sperare per l’ormai imminente stagione estiva”. Salvatore Mancarella, Capo Settore del Libero consorzio comunale di Siracusa, nel prendere visione dei dati elaborati dagli uffici del servizio turistico dell’Ente, esprime soddisfazione per l’aumento delle presenze nelle strutture ricettive del territorio provinciale.

I dati registrano, infatti, un incremento complessivo del 5,36%  di arrivi, con  una percentuale di + 2,98 per i soli alberghi e di +18,34 per le strutture extra alberghiere, cioè B&B, affittacamere, agriturismo, campeggi, case per ferie, case vacanze, ostelli e turismo rurale. “L’ufficio turismo del Libero consorzio comunale – spiega Mancarella – per legge, provvede oltre alla vigilanza e alla classificazione delle strutture ricettive  in ambito provinciale, anche alla raccolta dei dati relativi alle presenze, che vengono inseriti ed elaborati nel portale dell’Osservatorio Turistico della Regione Siciliana”.

Per quanto riguarda le presenze nello stesso bimestre di riferimento, cioè gennaio e febbraio 2017, gli alberghi registrano, invece,  una flessione del 14,02%, passando  da  37.869  nel  2016, a 32.561, come già denunciato anche dall’associazione “Noi Albergatori Siracusa”. In controtendenza,  il dato relativo alle strutture  extra alberghiere dove si passa dalle  5.503  presenze dello scorso anno  alle  6.825 del 2017, con un netto  +24,02%.

Questi dati si riferiscono al 75% delle 620 strutture presenti in provincia di Siracusa”, come  chiarisce il responsabile del servizio turismo, Francesco Fransoni, che ricorda l’obbligo per tutti i titolari degli esercizi di registrarsi presso gli uffici del Libero consorzio. “Il recente Decreto Assessoriale del 20 marzo 2017 – sottolinea –  nel confermare le competenze di Liberi consorzi e Città Metropolitane in materia di strutture ricettive, conferisce agli Enti territoriali il potere di accertarne il possesso dei requisiti per il mantenimento della classificazione  e di sanzionare i titolari delle aziende che non adempiono agli obblighi  di trasmissione dei dati richiesti”.

Nelle prossime settimane, Mancarella, insieme al responsabile del servizio turistico, avvierà una serie di incontri con i titolari delle strutture ricettive, allo scopo di affrontare congiuntamente le problematiche della categoria ed individuare strategie che possano incrementare l’offerta ed agevolare l’economia non solo del settore, ma di tutto il comprensorio della provincia di Siracusa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi