Ufficio per l’impiego di Priolo Gargallo, Cafeo accoglie l’appello di Biamonte

La direzione del Centro per l’Impiego provinciale di Siracusa sta avviando una ricognizione in tutto il territorio, al fine di avere un quadro completo della situazione riguardante l’afflusso e la gestione dei diversi recapiti comunali

giovanni-cafeo

La direzione del Centro per l’Impiego provinciale di Siracusa sta avviando una ricognizione in tutto il territorio, al fine di avere un quadro completo della situazione riguardante l’afflusso e la gestione dei diversi recapiti comunali. A darne notizia è il deputato regionale all’Ars, Giovanni Cafeo, Segretario della III Commissione Attività Produttive, rispondendo all’appello del consigliere comunale di Priolo Gargallo Alessandro Biamonte.

La chiusura dei recapiti comunali risponde a precise norme di legge – spiega Cafeo – mirate al contenimento dei costi di gestione. La conseguenza immediata di tale provvedimento però è un indubbio disagio tra i cittadini – continua l’On. Cafeo – tra l’altro proprio tra le persone che avrebbero più necessità di usufruire di questi servizi perché in difficoltà oggettive, magari per richiedere ammortizzatori sociali a seguito di licenziamenti o scadenze di contratto”.

Dopo un confronto con il responsabile del XVII° Servizio, Alberto Alessandra, “ho appreso che al termine della ricognizione in corso – prosegue Cafeo –, si verificherà dove sarà possibile riaprire i recapiti comunali e tra questi ci sarà sicuramente quello di Priolo Gargallo, nel quale sussistono i requisiti di legge”.

In questo modo – conclude l’On. Cafeo – si alleggerirà finalmente il carico di lavoro e dunque i tempi di attesa della sede di Augusta, oggi unico punto di riferimento per l’intera zona nord, rendendo il servizio più snello e rapido per i cittadini”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo