In tendenza

A rischio zona rossa Avola e Noto, segue Carlentini. A Siracusa numeri nella media, ma in salita

L'incremento che si registra va dai 7 ai 20 casi al giorno solo nel capoluogo, mentre in tutta la provincia l'incremento è di circa 200 in 24 ore

Avola e Noto potenzialmente potrebbero diventare zona rossa, ma anche Carlentini è a forte rischio. È un quadro critico quello che si sta delineando, nelle ultime ore, a Siracusa e provincia in termini di emergenza sanitaria, ma a far più paura è sicuramente la zona Sud.

Sul territorio il comune più colpito è quello di Avola che registra 417 casi per un tasso di prevalenza (cioè il rapporto tra i casi e i soggetti a rischio) pari a 134. Numeri da capogiro che hanno portato il primo cittadino, Luca Cannata, nei giorni scorsi, a firmare un’ordinanza che prevede il divieto di stazionamento sulla pubblica via e a potenziare i controlli.

Subito dopo Avola c’è la vicina Noto con 225 positivi e un tasso di prevalenza di 134. Anche qui il sindaco, Corrado Bonfanti, ha dovuto vietare ogni forma di assembramenti nelle pubbliche vie, piazze e parchi. Ma non solo. Bonfanti ha anche firmato l’ordinanza con cui dispone l’immediata sospensione delle attività scolastiche relative alla scuola dell’Infanzia fino al 16 gennaio.

Poco dopo troviamo Carlentini che con 124 casi fa registrare una concentrazione del 71. Si distacca Floridia con un tasso di 47 e 105 positivi. Stesso tasso di prevalenza sia per Lentini sia per Siracusa con, rispettivamente, 96 e 506 positivi.

Un dato, quest’ultimo, che se da un lato non giustifica ulteriori provvedimenti, dall’altro preoccupa per l’incremento che si registra da 7 a 20 casi al giorno solo nel capoluogo, mentre in tutta la provincia l’incremento è di circa 200 in 24 ore. In quest’ottica, eventuali restrizioni avrebbero una valenza preventiva nel tentativo di contenere la crescita dei nuovi positivi.

Continuando nella classifica della pandemia provinciale troviamo, dopo il capoluogo, Augusta con 120 casi e un tasso di 34, Pachino 68 (30), Melilli 40 (29), Priolo 33 (28), Solarino 19 (24), Buccheri 4 (21), Canicattini 12 (17), Francofonte 20 (16), Ferla 3 (13), Portopalo 4 (10), Palazzolo 7 (8), Rosolini 15 (7), Sortino 4 (5). Rimangono a zero contagi solo Buscemi e Cassaro.

A tutto questo si aggiunge un quadro dell’Isola certamente non rassicurante con casi che variano dai 1.500 ai 1.800 nuovi positivi ogni 24 ore. Proprio delle ultime ore la notizia che anche Gela, dalle 14 di domani, sarà in lockdown totale. E chissà se i tempi più bui non siano veramente dietro l’angolo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo