In tendenza

A Rosolini incontro con le imprese del territorio: bonus edilizi e area Zes al centro di un proficuo dibattito

Lo stop di fatto della cessione dei crediti a seguito delle tante azioni normative del governo ha bloccato il comparto e messo con le spalle al muro le aziende che rischiano il fallimento per crediti

Si è tenuto lo scorso martedì 10 maggio alla sala Cartia del palazzo di città un incontro promosso dalla sede comunale di Cna Rosolini. Un momento di confronto fortemente voluto dal presidente comunale Pippo Cicero e dal vicepresidente provinciale Alessandro Celeste.Presenti la presidente territoriale di Cna Rosanna Magnano, il segretario Gianpaolo Miceli ed il sindaco Giovanni Spadola.

Oggetto della serata la novità voluta e raggiunta da Cna che rende agevolabili con il credito d’imposta per il mezzogiorno le opere murarie (costruzione opifici, acquisto terreni e fabbricati) nelle aree Zes compresa quindi la zona artigianale di Rosolini. Un risultato importantissimo che rilancia l’area e può dare spinta alle imprese del territorio. Risultato che spinge l’organizzazione ad andare oltre proponendo un programma di marketing territoriale in grado di attrarre anche investimenti esterni.

Altro tema caldo affrontato è stato quello dei bonus edilizi, uno strumento che ha rilanciato l’edilizia nel corso degli ultimi anni e che oggi, dopo la sfida accettata dagli imprenditori, rischia di mettere in liquidazione decine di imprese a Rosolini, centinaia in provincia e migliaia nel paese. Cna ha rilanciato la necessità di una mobilitazione delle imprese prevedendo un momento di protesta nel territorio con l’obiettivo di spingere l’azione di contestazione a livello nazionale. Lo stop di fatto della cessione dei crediti a seguito delle tante azioni normative del governo ha bloccato il comparto e messo con le spalle al muro le aziende che rischiano il fallimento per crediti.

“Non possiamo rimanere in silenzio mentre tutti gli istituti di credito chiudono progressivamente le porte alle imprese – ha dichiarato in conclusione Rosanna Magnano, presidente territoriale di Cna Siracusa – serve responsabilità e serietà, le imprese hanno avuto fiducia ed hanno investito, oggi va dato loro supporto e delle risposte valide e definitive per questo siamo pronti alla mobilitazione, già nei prossimi giorni”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo